REPORT Lezione 4



Titolo del Report di Lezione 4

Con i nostri occhi

Blog Post di racconto

Link a Report di monitoraggio pubblicato su Monithon.it

Immagine in evidenza

Domanda 1

Dott. Buzzo come è nata l’idea di chiedere il finanziamento di questo intervento?

Risposta 1

Con la ristrutturazione di Ponti della Valle abbiamo finalmente realizzato un sogno. Erano anni che i cittadini Vallesi guardavano tristemente all’abbandono in cui era caduto il monumento a causa dell’incuria e del degrado dovuto a carenza di manutenzione e a modifiche colturali delle aree adiacenti che rischiavano di comprometterne la struttura. Alcuni punti erano diventati luogo di abbandono di rifiuti. Dopo oltre 250 anni – ha commentato Buzzo – è toccato a noi mettere mano ai Ponti della Valle, grazie anche alla sinergia con la Reggia di Caserta. Di questo ne siamo particolarmente orgogliosi, perché è il caso di dire che l’opera in questo modo rivive sotto una nuova luce: l’opera può trovare l’attuale ragione di rivitalizzazione come infrastruttura di servizio agli abitati, ma, auspichiamo, anche come fattore di catalizzazione dei flussi turistici in visita alla Reggia, per condurli ad esplorare e conoscere le aree interne ricche di monumenti e tradizioni culturali. Tutto questo senza dimenticare che l’opera ancora svolge la propria funzione originaria e che essa deve conservare la sua unitarietà fisica e culturale.

Domanda 2

Dal portale di Open coesione risulta che il Comune di Valle di Maddaloni nel 2014 abbia ottenuto un finanziamento E 2.5000.00 la riqualificazione nucleo antico ed illuminazione Acquedotto Carolino. I lavori sono stati conclusi?. In che modo è stato utilizzato questo finanziamento? Quali difficoltà avete incontrato nella realizzazione del progetto?

Risposta 2

La regione Campania, nell’ambito di finanziamenti di Accelerazione della Spesa, fondi FERS 2007/2013 cofinanziati dalla Comunità europea con Decreto Dirigenziale n.499 del 09/07/2014 ha finanziato per E 2.5000.00 tale intervento. Il Comune di Valle di Maddaloni ha utilizzato il finanziamento in questione per il lavori di “riqualificazione urbanistica ed ambientale del nucleo antico, attraverso la sua connessione all’Acquedotto Carolino presente sul Territorio Comunale avente ad oggetto il restauro e manutenzione dei beni immobili sottoposti a tutela e impianto di pubblica illuminazione. L’intervento ha previsto la pulizia della vegetazione infestante e la riqualificazione delle vie di accesso al monumento; infine, è stato realizzato l’impianto di illuminazione per valorizzare il bene artistico Impresa aggiudicataria dell’appalto: A.M. Costruzioni Generali SrL di Dugenta (Bn). I lavori di finanziamento hanno avuto inizio in data 23 luglio 2015 ed hanno avuto termine in data 6 aprile 2016. L’inaugurazione è avvenuta il 14 aprile 2016. La maggiore difficoltà è stata la pulizia delle pareti del monumento. Inizialmente si era pensato di utilizzare dei ponteggi, ma tale soluzione avrebbe assorbito quasi completamente i fondi a disposizione. Per questo motivo sono stati utilizzati degli scalatori che hanno operato lungo le pareti esterne, legati ad imbracature.

Domanda 3

L’intervento ha raggiunto l’obiettivo di valorizzare il sito oggetto del progetto in termini di visibilità e sviluppo del territorio? quali interventi futuri ritiene necessari effettuare per continuare la valorizzazione del sito?

Risposta 3

I lavori di riqualificazione ed illuminazione dei Ponti dell’Acquedotto Carolino da questo punto di vista sono emblematici perché riportano la luce, in tutti i sensi, ad uno dei simboli dell’ingegneria borbonica. Sicuramente ha reso consapevole la popolazione locale di questa straordinaria opera monumentale esistente sul loro territorio, ma soprattutto il numero di visitatori,provenienti anche dall’estero, è aumentato del 15% nell’ultimo anno, grazie anche ad iniziative organizzate dalla Pro-Loco, attratti dalla nuova immagine rilanciata del sito, rappresentativo di un turismo culturale in ripresa. Sicuramente questo è stato il primo di una serie di interventi. abbiamo in programmazione ulteriori iniziative per la fruibilità sociale ed economica delle aree messe a regime quali la ristrutturazione della Casina del custode per la realizzazione di un punto di ristoro, realizzazioni di parcheggi, creazione di un punto di informazione, introduzione in un itinerario turistico che comprenda i Ponti e il Comune di Valle, anche per la valorizzazione della mela annurca prodotto locale IGP

Video del Monitoraggio Civico

Waterway

TEAM ASOC 1718_085

ITI FRANCESCO GIORDANI
CASERTA

EUROPE DIRECT-CONSORZIO ASI CASERTA