Blog Team Scuola Royal Team

Report



Titolo dell'evento Open Data Day

La trasparenza come stile di vita

Immagine dell'evento Open Data Day

Descrizione dell'evento in 700 caratteri


 

Il 6 marzo 2017, nell'Aula Magna dell'ITIS -LS "F.Giordani" di Caserta, diretto dalla Prof.ssa A.Serpico, si è tenuto l'opendata day dal titolo "La trasparenza come stile di vita".

L'evento si è svolto in corrispondenza della “Settimana dell' Amministrazione Aperta 4/11 marzo” alla sua prima edizione in Italia, e ovviamente in collegamento con l'open data day celebrato a livello globale il 4 marzo 2017.

Ad organizzare l'incontro, nonché ad introdurre e relazionare sono stati i ragazzi della 2A (Liceo Scienze applicate) che prendono parte quest'anno ad un monitoraggio civico, aderendo al più ampio progetto di "ascuoladiopencoesione" (ASOC 16/17) aperto a tutte le scuole superiori italiane.

Dopo i saluti di rito della Dirigente Scolastica, orgogliosa ed entusiasta del percorso progettuale realizzato dagli studenti, è intervenuta la Prof.ssa Rita Raucci (docente referente ASOC) esponendo l'importanza e la validità del progetto ASOC non solo per gli studenti: “per un docente è una bella sfida!” - spiega la prof. - “si tratta di abbandonare radicalmente gli strumenti della didattica tradizionale, la conduzione unilaterale delle attività; in ogni fase del percorso occorre saper dare le giuste e sintetiche indicazioni, dopodiché il docente assiste, coordina, sollecita in una misura tanto minore quanto più ampia è l'espressione dei singoli e del lavoro di gruppo; è un'interazione tra persone complessa che se portata avanti con convinzione, produce risultati importanti”.

Altresì, nella stessa relazione, viene sottolineato che l'importanza del progetto non è data solo dalla particolare  “metodologia” quanto e soprattutto dal merito delle tematiche affrontate: i dati aperti della PA sono fondamentali ai fini della trasparenza, della partecipazione consapevole dei cittadini ai processi di democrazia e dell'impulso all'economia derivante dal loro utilizzo nella creazione dei servizi per il cittadino.

A questo proposito, interessantissimo è stato il collegamento con Pisa con gli Ingegneri Informatici Luca Laudadio e Carmine Benedetto, che hanno illustrato inizialmente l'applicazione proficua degli opendata in altri Stati Europei (come l'Olanda e la Germania), passando poi a spiegare la loro idea di uso efficace dei dati aperti della PA, realizzata per la Regione Toscana e denominata “Ecateo”.

Presente all'incontro anche la Dott.ssa Antonia Girfatti, rappresentante del Centro Europe Direct Asi Caserta intervenuta sull'idea concreta di Europa e sui risultati importanti raggiunti dalle politiche di coesione nel nostro territorio.

La parte centrale dell'opendata day ha visto come protagonisti gli studenti della 2A che hanno illustrato - con una dettagliata presentazione in power point - il loro progetto di monitoraggio in ogni sua fase: dalla scelta del finanziameno relativo al “Parco e giardino inglese” della Reggia di Caserta, alle molteplici difficoltà riscontrate nella raccolta dei dati, fino a spiegare le tappe ancora da percorrere e gli obiettivi finali da raggiungere. Tra questi, si evidenzia in particolare la verifica tra i risultati programmati con gli effetti raggiunti con la spesa pubblica.

 

A chiudere l'incontro un video suggestivo realizzato dagli stessi studenti sulla loro raccolta di dati primari presso il meraviglioso Parco della Reggia di Caserta.

Osservazioni su temi e discussioni emersi durante l'evento

Il tema degli open data è davvero una scoperta! Questa frase bene sintetizza l'impressione che gli ospiti della giornata - studenti e docenti - devono aver avuto, considerata la quantità di domande su che cosa sono precisamente e sulle modalità di raccolta.

Gli studenti della 2A hanno soddisfatto praticamente entrambe queste richieste, facendo vedere -in relazione al progetto monitorato- quali sono stati gli opendata a disposizione e come hanno operato nella ricerca di quelli non facilmente reperibili.

 

Altresì, la sala ha mostrato grande interesse per l'oggetto del monitoraggio essendo la Reggia di Caserta con tutto il suo Parco – particolarmente negli ultimi tempi - al centro di tante attenzioni; a parte la novità dell'informazione circa la provenienza dei fondi per quella manutenzione straordinaria relativa alla messa in sicurezza del verde della Reggia nel 2104, le domande si sono concentrate sulle difficoltà trovate dai ragazzi nel reperire tutte le informazioni utili a completare il quadro delle conoscenze sulla spesa pubblica descritta.

L'opinione della maggior parte degli ospiti in sala è stata concorde nel ritenere che la trasparenza delle nostre pubbliche amministrazioni è ancora agli esordi e che i dati, con il loro carattere “aperto”, debbano rientrare davvero nello stile di vita della comunità e delle sue istituzioni, per produrre risultati positivi.

Altresì, è stata accolta con sorpresa la notizia di cospicui fondi -rientranti nelle politiche di coesione – utilizzati a favore della nostra provincia e provenienti dall'Unione Europea. In tal modo, di sicuro, alla platea degli spettatori l'essere cittadini europei sarà sambrato meno teorico e più ricco di sostanza.

Conclusioni e prossimi passi

Parlare in pubblico e catalizzare l'attenzione è cosa non facile; far capire senza annoiare chi ascolta richiede interventi sintetici ed  efficaci. Per fortuna l'open data day tenutosi il 6 marzo scorso al "Giordani" ha avuto il successo sperato riuscendo pienamente a conquistare l'interesse e la curiosità negli spettatori. 

Con motivazione "rinvigorita" dagli apprezzamenti di tutti gli ospiti dell'evento, il Royal Team è spinto con maggiore entusiasmo a recuperare i tasselli che mancano per ricostruire la storia completa dell'investimento monitorato: si tratta ancora una volta di dati primari, che saranno raccolti attraverso interviste a tecnici direttamente impegnati nei lavori oggetto del monitoraggio.

Lo step finale della ricerca sarà un "ritorno" alle origini della spesa, ossia alla programmazione a monte con gli obiettivi fissati sulla scorta degli indicatori che facevano ritenere il territorio casertano - al pari di altri territori del sud - poco competitivo dal punto di vista del turismo culturale e sfruttato al minimo delle sue potenzialità. Sarà interessante capire, a chiusura del monitoraggio,  come e quanto i risultati dell'investimento, finanziato col Fondo  Europeo di sviluppo regionale (e in parte cofinanziato a livello nazionale) possano aver contribuito ad accrescere lo sviluppo economico-culturale della nostra terra.

 

 

 

 

 

 

Rassegna stampa

http://www.campanianotizie.com/attualita/caserta/141386-opendata-day-al-giordani-di-caserta-la-trasparenza-come-stile-di-vita.html

Rassegna stampa

http://www.corrierecaserta.it/notizie-caserta/caserta-attualita/2017/03/07/open-day-al-giordani-di-caserta-la-trasparenza-come-stile-di-vita.html

Rassegna stampa

http://www.goldwebtv.it/caserta-all-itis-ls-giordani-successo-per-l-evento-la-trasparenza-come-stile-di-vita.html

Rassegna stampa (immagine o pdf)

Scarica Rassegna stampa (immagine o pdf)

Rassegna stampa (immagine o pdf)

Rassegna stampa (immagine o pdf)

Scarica Rassegna stampa (immagine o pdf)

Royal Team

TEAM ASOC1617 42

Francesco Giordani
Caserta

Europe Direct Asi Caserta
ANTA - Associazione Nazionale Tutela Ambiente