Blog Team Scuola ARGOS

Report



Titolo della ricerca

La riscoperta di Palazzo Carafa

La ricerca in 140 caratteri

Alla riscoperta di Palazzo Carafa attraverso il restyling di un sito storico artistico dimenticato per anni.

Nome del progetto scelto su OpenCoesione

Palazzo Carafa - Lavori di completamento, restauro, adeguamento funzionale del piano nobile.

Link al progetto scelto su OpenCoesione

http://www.opencoesione.gov.it/progetti/1miser-campania-ce03/

CUP (Codice Unico Progetto) del progetto scelto su OpenCoesione

CUP: F64B11000050001

Tema del progetto da OpenCoesione

Cultura e turismo

Natura dell'investimento da OpenCoesione

Infrastrutture

Blog Post - raccontare la ricerca scelta

Il Team ARGOS, che prende spunto dal greco splendente, anche in merito al logo che lo rappresenta realizzato dalla blogger Caterina, ha avvertito l'esigenza di scegliere il progetto sul palazzo Carafa in quanto sito storico artistico del Comune in cui insiste la nostra realtà scolatica, prefissandosi l'obiettivo di presentare alla cittadinanza e agli amministratori il percorso storico artistico dello stesso attraverso l'evoluzione nel tempo e l'attuale utilizzo come bene sviluppatore di cultura e turismo sul territorio (Storyteller Lorenzo). L'edificio fu una delle residenze principali dei duchi di Maddaloni, i Carafa del ramo della Stadera. Già denominato come "Starza della Masseria delle Torri" nella donazione che Diomede II fece alla moglie Roberta Carafa di Stigliano nel 1552, fu poi detto "Starza Penta" nel 1610. Nasce come edificio fortificato con torri angolari di avvistamento. Espropriato nel 1939 passa al Demanio Militare e nel 1993 al Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Solamente nel 2003 è stato destinato ad ospitare il Museo Archeologico Calatino. (Analista Pancrazio e Coder Giulia).

Canvas

Scarica Canvas

Immagine in evidenza

ARGOS

TEAM ASOC1617 59

Nino Cortese
Maddaloni

Europe Direct Asi Caserta
Maddaloni Green