Blog Team Scuola Wait on

Report



Titolo del Report

La nuova ala del museo è aperta davvero...e adesso?

Blog Post - raccontare la ricerca di dati e informazioni

Dopo aver seguito l’inaugurazione della nuova ala del Museo di Messina,  attraverso i mass media e con visite individuali e a piccoli gruppi, ci proponiamo di portare avanti la nostra ricerca andando presto sul posto tutti insieme, in modo da documentare i lavori in corso con fotografie, video e interviste. In tal modo potremo osservare direttamente quanto è stato realizzato finora con i finanziamenti della politica di coesione europea, chiedere informazioni sull’andamento delle attività di ristrutturazione e nello stesso tempo ammirare i capolavori esposti. Tante sono le curiosità che animano il nostro impegno. La più pressante, però, è quella orientata a capire quali motivi hanno in passato ritardato il momento di apertura della nuova struttura museale e quali tempi dividono ancora la cittadinanza dalla possibilità di fruire per intero del proprio Museo in tutta la sua ricchezza artistica e culturale.

Durante la seconda lezione siamo stati incoraggiati dai docenti ad approfondire la nostra attività di ricerca in Internet. Dopo aver visionato alcuni video introduttivi sul “come” e su quali strumenti utilizzare per cercare informazioni, anche sulla base di quanto ci hanno suggerito dall’EDIC di Catania, abbiamo partecipato a una lezione discussione durante la quale ognuno di noi ha espresso le sue considerazioni sull’inaugurazione della nuova ala del museo, esponendo prima personali valutazioni e impressioni, e avanzando poi suggerimenti e proposte per favorire l’avanzamento della ricerca. Abbiamo scoperto che la costruzione della nuova struttura museale ha comportato un impegno di quasi 10 anni dal maggio del 1985 al gennaio del 1994. Da allora sono passati altri 22 anni prima che la struttura fosse finalmente aperta al pubblico, sia pure parzialmente. Il Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Giovanni Ardizzone, sempre nel corso della Conferenza Stampa del 9 dicembre 2016, ha voluto sottolineare i meriti di due assessori regionali messinese: Luciano Ordile, che ha fortemente spinto nella fase progettuale e realizzativa e Carlo Vermiglio, che è stato invece determinante nell’apertura al pubblico della struttura. Si tratta di 4400 m2 su due livelli ed un seminterrato dove si trovano depositi, biblioteca e archivi. La nuova ala del museo, in particolare, oggi aperta ai visitatori potrà essere di grande supporto per meglio esporre sia i numerosi reperti ed opere recuperate tra le macerie de centro urbano distrutto dal terremoto del 1908, sia le collezioni che prima del sisma erano custodite nell’edificio dell'ex filanda Barbera-Mellinghoff, costruzione tardo ottocentesca, sede storica del museo peloritano. Attualmente sono fruibili: la sede storica, il settore archeologico e il cantiere dell'Ala nord con le opere dal secondo Cinquecento al Caravaggio e i suoi seguaci. Le opere di Antonello non sono visibili perché in fase di allestimento. 

Navigando nel sito di Opencoesione abbiamo trovato un altro precedente progetto già concluso finanziato al 100 % destinato al Museo di Messina. Quindi abbiamo dedotto che l’Unione europea da tempo cofinanzia le attività di ristrutturazione del Museo di Messina, integrando i finanziamenti dello Stato e della Regione Sicilia.

Molto interessante è stata anche la lettura del Programma Operativo Regionale FESR Sicilia, in riferimento all’Asse 3 (Valorizzazione delle identità culturali e delle risorse paesaggistico-ambientali per l’attrattività turistica e lo sviluppo), a cui afferisce il progetto “Lavori di integrazione, adeguamento e modifica delle dotazioni degli impianti preliminari all’apertura del nuovo museo di Messina”. Riportiamo qui di seguito la parte del documento che ci è sembrata più significativa per comprendere il contesto e le più generali finalità nel cui ambito il progetto che stiamo monitorando si colloca. “La programmazione della politica di coesione a livello regionale per il periodo 2007-2013 è fortemente orientata a potenziare il vantaggio comparato che il patrimonio culturale rappresenta per la Sicilia. Si ritiene, infatti, imprescindibile il ruolo della cultura quale efficace strumento di coesione sociale (miglioramento della qualità della vita dei cittadini, crescita culturale della persona, integrazione, interculturalità, con particolare attenzione alle nuove generazioni). L’Obiettivo specifico dell’Asse si propone, pertanto, di potenziare i sistemi culturali territoriali, ed i Poli Museali di Eccellenza attraverso la valorizzazione del patrimonio e la sua fruizione in un quadro di sostenibilità. Si tratta in particolare di creare condizioni atte a determinare effetti permanenti sul territorio in termini di gestione del patrimonio e di sviluppo occupazionale e imprenditoriale, rompendo il tradizionale circuito “restauro museificazione – degrado - intervento pubblico - restauro” e di creare le condizioni per innescare un circuito virtuoso che muovendo dal restauro e dalla conservazione conduca, attraverso la valorizzazione, allo sviluppo di attività economiche dirette e indotte (filiera dei beni culturali), ad una migliore salvaguardia del bene, al coinvolgimento del capitale privato nel restauro di beni, ad una più efficiente gestione della risorsa”.

Il progetto di ristrutturazione della nuova area museale, ancora in fase di attuazione, deve quindi concludersi al più presto, senza più conoscere battute d’arresto: l’intera struttura è un patrimonio culturale ed economico da difendere e da rendere fruibile in tutta la sua estensione, a beneficio dei residenti e dei numerosi turisti che saranno sempre più attirati dalle bellezze della città. Per questo seguiremo con attenzione quanto accadrà al museo nei prossimi mesi, sperando che a fine anno scolastico, a conclusione del nostro percorso di monitoraggio, potremo documentare l’avvenuta tanta attesa conclusione dei lavori di ristrutturazione, cofinanziati dai fondi dell'Unione Europea.

Link Fonte Istituzionale 1

http://www.opencoesione.gov.it/

Link Fonte Istituzionale 2

http://www.euroinfosicilia.it/

Link Fonte Istituzionale 3

http://www.regione.sicilia.it/beniculturali/dirbenicult/database/page_musei/pagina_musei.asp?id=5&idsito=43

Link altre fonti 1

http://www.gazzettadelsud.it/video/messina/224121/ecco-il-nuovo-museo-regionale.html

Link altre fonti 2

http://www.tempostretto.it/tags/museo-regionale

Link altre fonti 3

http://www.meteoweb.eu/2016/12/inaugurato-oggi-il-museo-regionale-di-messina-foto/805774/

La ricerca disegnata

Wait on

TEAM ASOC1617 200

Antonello
Messina

Europe Direct Catania
Cara Beltà  - Sicilia