Blog Team Scuola Wait on

Report



Titolo del Report

Tutti al Museo!

Link a Report pubblicato su Monithon.it

Blog post di racconto

Dopo aver progettato, approfondito ed analizzato da vari punti di vista il progetto da noi scelto sul  sito www.opencoesione.gov.it, è arrivato il momento tanto atteso di andare sul posto per verificare direttamente la sua attuazione con gli obiettivi delle nostre fotocamere digitali. Tanti sono gli interrogativi che richiedono una risposta. I lavori di integrazione, adeguamento e modifica delle dotazioni degli impianti preliminari all'apertura del nuovo Museo di Messina si sono finalmente conclusi? A che punto sono i cantieri? E quale sarà la nuova destinazione d’uso della sede storica del Museo di Messina? 

Mossi da queste e da altre curiosità, alle ore 9:00 ci siamo ritrovati tutti di fronte alle porte aperte del museo, emozionati e increduli allo stesso tempo. Per la prima volta potevamo entrare nel Museo Regionale di Messina dopo una chiusura forzata più lunga dei nostri anni. Accompagnati dai docenti e da due esperte guide, abbiamo visitato la sede storica e l’ala Nord del Museo, attualmente aperta al pubblico. In un ampio spazio espositivo in stile anni ’80, reperti archeologici, dipinti e sculture di alto pregio storico e artistico (di grandi e indimenticabili autori come Caravaggio e Montorsoli) colmavano di bellezza ogni angolo. Dopo aver visitato le sale disponibili, intravisto le zone ancora da rifinire e fotografato gli scorci più suggestivi dell’allestimento, abbiamo potuto parlare con la Direttrice del Museo: Dott.ssa Caterina di Giacomo che gentilmente ha risposto alle nostre domande, annunciando con orgoglio che entro l'estate spera di riuscire ad aprire completamente al pubblico l’intero plesso espositivo e restituire così alla città la mempria della sua storia. La sede storica del museo, anch’essa ristrutturata grazie ai finanziamenti europei, sarà adibita a mostre temporanee.

Al Museo siamo tornati altre volte, in gruppo e individualmente con le nostre famiglie. Abbiamo così avuto la possibilità di raccogliere le opinioni di alcuni visitatori su ciò che hanno visto nella nuova struttura. Le risposte sono state molto interessanti e costruttive. Il 91,9 % dei visitatori intervistati è stato d’accordo nel ritenere che i lavori di ristrutturazione fin qui effettuati sul plesso hanno reso più attraenti le opere esposte e il 78,4% ha giudicato spesi bene i fondi pubblici. Il 78,4 % ritiene adeguato anche il costo del biglietto, sebbene qualcuno degli intervistati ha osservato che le opere potevano essere ancora più valorizzate, magari con didascalie più approfondite, brochure informative e spazi più accoglienti.

Immagine in evidenza

Domande fatte e risposte ricevute - Domanda 1

Finalmente dopo trent’anni di attesa, grazie ai finanziamenti delle politiche di coesione europee, il nuovo museo di Messina è oggi aperto al pubblico, sia pure parzialmente. Quali saranno adesso i prossimi passi?

Domande fatte e risposte ricevute - Risposta 1

Si è vero, il nuovo Museo di Messina è stato per decenni una delle incompiute della città, a causa soprattutto finanziamenti non decisivi e quasi sempre a singhiozzo. Fortunatamente negli ultimi anni due finanziamenti europei per complessivi 4 milioni di euro hanno consentito di restaurare la Filanda, cioè la sede storica del Museo che sarà adibita a mostre temporanee, e di completare i lavori di adeguamento di tutti gli impianti del plesso nuovo. I cantieri sono in dirittura d’arrivo ed entro l'estate sarà possibile l’apertura completa della nuova struttura espositiva.

Domande fatte e risposte ricevute - Domanda 2

Il nuovo museo di Messina così ristrutturato cosa offre ai visitatori?

Domande fatte e risposte ricevute - Risposta 2

Il nuovo museo è una struttura gigantesca che offre quasi 5000 mq di area espositiva oltre a una vasta area esterna dove è presente un vero e proprio museo all’aperto. Esso per estensione è considerato il secondo polo museale del Meridione. Le opere attualmente esposte nell’ala nord aperta al pubblico sono solo una parte del grande e prezioso patrimonio storico-artistico conservato, costituito da oltre 10.000 opere. In attesa dell’apertura completa del plesso tutte le opere sono state riordinate e a richiesta possono essere visitate dagli studiosi nei loro depositi.

Domande fatte e risposte ricevute - Domanda 3

Quali opportunità e quali problemi si prospettano nell’immediato futuro?

Domande fatte e risposte ricevute - Risposta 3

La struttura una volta aperta al pubblico in tutta la sua interezza potrà costituire senz’altro un’attrattiva turistica importante. In questo senso riconquistare i tour croceristici e potenziare i collegamenti con il Museo, contribuirà a rilanciare il turismo culturale della città. Tuttavia la gestione ordinaria del nuovo plesso museale (manutenzione, personale,…) non sarà facile in mancanza di adeguati finanziamenti. Nella crisi generale che stiamo attraversando il settore dei beni culturali è uno dei più sofferenti, in Sicilia come in Italia. E’ un settore che non può reggere soltanto sui finanziamenti pubblici e che avrebbe bisogno anche di investimenti da parte dell’imprenditoria privata.

Video del monitoraggio

Wait on

TEAM ASOC1617 200

Antonello
Messina

Europe Direct Catania
Cara Beltà  - Sicilia