Γλώσσες

User info

Contatti

Open Data, Civic Monitoring,

Cohesion Policy for the high-school students

Pitch

Titolo del Pitch: 
RITORNEREMO A "COSTRUIRE" LA SALUTE !!!
Immagine ASOC Wall: 
Pitch 1: 

Il progetto scelto riguarda i lavori di adeguamento sismico nei padiglioni M2-M3 e l’ampliamento della piastra poliambulatoriale dell’A.O.R. San Carlo di Potenza. Ci ha convinti per via del binomio sanità-sisma che può interessare facilmente l’intera comunità, soprattutto quella lucana colpita più volte da terremoti devastanti e ancora in via di sviluppo in ambito sanitario. COESIONE, SANITA’, CITTADINANZA ATTIVA: questi sono gli obiettivi che ci siamo posti. Ci siamo occupati di analizzare il livello di sismicità della regione, studiando i terremoti degli anni passati, la struttura dell’ospedale San Carlo e la sua adeguatezza sismica e ci siamo occupati di interpellare le istituzioni per ricevere risposte in merito alla mobilità ospedaliera e alla carenza di medici in Basilicata.

Pitch 2: 

Ci siamo confrontati con altri esperti del settore, tra i quali le ricercatrici ISTAT e CNR, per studiare le statistiche relative al sisma in Basilicata ed elaborare dati statistici relativi all’ospedale. Abbiamo anche avuto modo di interfacciarci con il ministro della sanità Speranza e il direttore dell’A.O.R. Barresi, i quali ci hanno fornito preziose informazioni riguardanti la sanità in regione. Abbiamo anche somministrato questionari nella nostra scuola per studiare il grado di conoscenza dei lavori da parte della comunità. Inoltre, abbiamo toccato con mano lo stato dei lavori attraverso un sopralluogo all’ospedale di Potenza e abbiamo appurato che tali lavori non sono iniziati e i padiglioni M2-M3 versano in uno stato di arretratezza rispetto agli altri padiglioni già adeguati.

Pitch 3: 

Al momento l’unico modo possibile per mandare avanti il nostro progetto è quello di sfruttare i nostri profili social e la DAD, strumenti efficaci e diretti anche per mantenersi in contatto con l’intera comunità e diffondere rapidamente i nostri intenti e i nostri progressi. In futuro ci auguriamo di mantenere e rafforzare i contatti con le istituzioni interessate per  avere aggiornamenti sullo stato dei lavori nella speranza che partano al più presto. Proprio in questa situazione di emergenza sanitaria ci accorgiamo di quanto sia importante potenziare le nostre strutture ospedaliere e investire maggiormente sulla sanità regionale affinché siano garantiti il benessere e l’assistenza sanitaria dei cittadini e vi sia uno sviluppo della sanità omogeneo ed equo a livello nazionale.