Giornata di incontro con l’associazione “Ciclospazio”

Grazie alla collaborazione della nostra insegnante e della dr.ssa Chiara abbiamo organizzato un incontro con l’associazione culturale Ciclospazio. Essa è una ciclofficina sociale nella quale autoriparare la propria bicicletta, offre il servizio di marcatura bici con una targa indelebile micropunzonata sul telaio. L’associazione ha creato, inoltre, l’anagrafe della Bici-on-line, organizza workshop e corsi sulla manutenzione della bici e sulla sua riparazione, riporta in vita vecchie carcasse di bici rendendole nuovamente funzionanti e infine crea bici da zero assemblando pezzi vecchi e nuovi.

Nell’incontro del nove maggio abbiamo incontrato i rappresentanti dell’associazione che ci hanno fornito informazioni essenziali per il nostro progetto.

Dopo queste spiegazioni ,da parte nostra, sono sorte delle domande spontanee riguardanti le differenze e la sensibilizzazione da parte dei cittadini tra nord e sud e i costi che i turisti devono sostenere ogni volta che vogliono visitare i diversi luoghi delle città.

Soprattutto abbiamo chiesto loro cosa possiamo fare noi ragazzi in concreto, attraverso il progetto “ascuoladiopencoesione”, per diffondere l’utilizzo delle biciclette e loro ci hanno dato una semplice risposta ovvero quella di parlarne sia con i giovani sia con gli adulti e passare subito ai fatti. Se questo non succede rimarremo sempre al punto di partenza.

L’ingegnere Berloco ci ha mostrato,attraverso varie mappe, tutti i progetti da lui realizzati e tutti quelli che sono in via di realizzazione. Siamo rimasti esterrefatti dal suo lavoro. Infine una ragazza ci ha mostrato un’applicazione che ha realizzato insieme ad altre due persone grazie al quale è possibile prendere una bicicletta più vicina alla posizione attuale, sbloccarla attraverso un codice e utilizzarla fin quando ne si ha bisogno. La bicicletta poi può essere lasciata in qualsiasi momento purchè si faccia una foto che permetta di identificare bene il luogo in cui si trova e cambiare il codice che ci permette di riutilizzarla. Il ciclo si ripete all’infinito.

L’incontro si è cosi concluso. È stata una bella esperienza che nel suo piccolo ci ha sicuramente insegnato cose che prima avremmo ignorato. Le persone che hanno collaborato sono state molto gentili e disponibili. Anche grazie al loro aiuto il nostro progetto diventa sempre più ricco e vogliamo assolutamente aiutarli affinchè le cose possano migliorare sempre di più.

Scritto da: Barbara Lopez

BnQgt3GIYAAOuci.jpg large BnQgR9WIAAEh7PD.jpg large BnQgR_mIEAAEYGG.jpg large BnQgFxqIUAAQ8im.jpg large BnQgFeHIYAAxP-9.jpg large BnQgdKYIgAAZkvs.jpg large BnQgcwPIEAAx_vq.jpg large BnQgc29IcAEEU5k.jpg large BnQfkulIAAA5fY9.jpg large BnQfnD_IYAAulKn.jpg large BnQfonPIYAErigg.jpg largeBnQfE7WCAAAd8W5.jpg large