I dati ancorati negli abissi del Liri!

Liri’s Waves, non un nome a caso  perchè  continuano a travolgere con forza  e determinazione il progetto  “ Sora Città Fluviale- Il Fiume Liris”.  Questa volta si sono infrante sui dati, affinché si possa riportare in superficie la verità! Lunedì 16 Febbraio 2015, nel Liceo Scientifco Leonardo Da Vinci di Sora i computer scaricano tonnellate di dati, i click dei mouse e delle testiere rimbombano della stanza mentre la frenesia per questo “nuovo inizio” del progetto cresce nell’aria: tutti a lavoro per il nostro #Liris!

La maratona inizia dalle nove alle quindici : sei ore di duro lavoro per entrare nel vivo della nostra ricerca. Dopo un breve riepilogo e un’introduzione generale su ciò che ci aspetta, la nostra attenzione si è rivolta sulle pillole di ASOC. “Come non è mai successo nelle nostre vite, oggi abbiamo accesso a un’infinità di informazioni libere e gratuite. […]” Pillola 3.6.  Analizzare è il punto nevralgico di questa lezione: dati, numeri e grafici non avranno più segreti per noi! Certo, non è facile, ma grazie alla fondamentale guida della nostra docente referente Angela Bianchi e dell’esperta Antonella Milanini  di Y.E.S. Europe possiamo sciogliere i nodi più duri. Divisi in gruppi di lavoro secondo gli homework, abbiamo dato tutti noi stessi per fare al meglio il nostro dovere. Anzi, per meglio dire, non è un dovere, ma un piacere poter contribuire alla valorizzazione della nostra cittadina. E’ l’amore per il nostro Liri e per il nostro territorio a farci navigare contro ogni corrente e ogni barriera. Il tempo passa e le informazioni aumentano. Il lavoro si intensifica, si inizia ad impostare una bozza sul come il nostro nuovo post dovrà presentarsi. Alcune ragazze lavorano sull’ Asoc Wall, con il quale le onde risucchieranno l’ attenzione dell’  intero istituto. L’esplosione dei colori e delle idee hanno trasformato un muro grigio in un piacere visivo che sintetizza il nostro lavoro e dà sfogo alla nostra fantasia. Esso, inoltre, è  la sorgente del nostro orgoglio grazie alla presenza dei numerosi articoli che parlano di noi, del nostro progetto e quindi del nostro impegno civico. Con immenso piacere abbiamo notato che tutto il nostro sforzo sta avendo un grande risalto nella città di Sora.


La grande novità di questa lezione è stata il Webinar, ovvero un seminario online che ci ha permesso di scoprire quanto il nostro piccolo lavoro di open data sia inserito in un progetto più ampio. Un’iniziativa della Regione Lazio realizzata da Lait S.P.A in collaborazione con  Sinergis , FORUM PA e Depp. E’ OPEN DATA Lazio, che punta verso la liberazione e valorizzazione dei dati pubblici sul territorio. Proprio quello di cui abbiamo bisogno! Sì, un  grande progetto  che si presenta come cambiamento amministrativo ma porta con sé un cambiamento nella qualità del servizio percepito… della qualità della vita! Le difficoltà sono però  tante  perché è un problema di  approccio e  metodo diverso.  Un  cambio di prospettive che implica la voglia di  mettersi in  gioco. “ Poca l’attitudine nella Regione Lazio ad usare open data come  indicatore della qualità del servizio” ci viene detto. Il  problema, dunque,  non è solo localizzato a Sora. Questo ci rassicura molto, in quanto le informazioni visibili  e in formato riutilizzabile per  #Liris al momento sono poche. Perché allora non dare la giusta spinta perché Sora si distingua come  città virtuosa in questo ambito? Tanta la  nostra voglia di essere da stimolo perché si  percorra questa strada . Sarà l’entusiasmo di noi giovani a farci  impegnare sempre più  per  vincere anche questa sfida. Ormai, Il nostro tempo a disposizione è agli sgoccioli e abbiamo bisogno di documenti nuovi in formato data, non più i vecchi e dispersivi cartacei. Un po’ delusi dal Webinar, pensavamo fosse l’occasione della liberazione dei  dati, ripartiamo. Non li danno? Bene,  andremo a prenderceli!

Le idee e la voglia di andare sempre più avanti si avvertono nell’aria.  Siamo tutti concentratissimi nel voler centrare l’obiettivo. Per oggi abbiamo raggiunto il nostro piccolo traguardo. La fine è sempre più vicina.

 

bvb copy

Noi, Liri’s Waves, siamo sempre più determinati a far emergere quei dati ancorati negli abissi del Liri!

 

Dati, dati e ancora dati…unico mezzo per conoscere la verità!   

scansione0003

Siamo sommersi dai dati questo è vero ma il formato in cui li abbiamo ottenuti non è soddisfacente. Non tutti sono i tanto sperati opendata. Nonostante questo ostacolo la nostra determinazione è tanta.  Così abbiamo iniziato ad analizzarli e a trasformali in formati accessibili a tutti. Però una cosa ci è apparsa fin da subito chiara: non abbiamo a nostra disposizione tutto il materiale occorrente per definire un quadro oggettivo e chiaro riguardo “Sora Città Fluviale-fiume Liri”. Abbiamo comunque provato a dare una lettura al materiale a nostra disposizione.

Punto di partenza: questo progetto da noi esaminato ha lo scopo di rivalutare il Verde Liri  che diventa elemento cruciale per promuovere  il turismo a Sora. Fondamentale quindi avere dati sull’attività turistica nella nostra città che sarebbero  essenziali per misurare un domani l’impatto del progetto. Noi, dati sul turismo a Sora, non ne abbiamo trovati. Dunque, abbiamo effettuato un’analisi di contesto confrontando dati sul Turismo su diversi livelli territoriali (nazionale, regionale, provinciale) basandoci sui dati Istat e di Opencoesione.

 

Abbiamo inoltre analizzato tra i dati in Opencoesione quelli relativi al peso dei finanziamenti sotto la voce “Cultura e Turismo” nella Regione Lazio . Dall’elenco dei progetti finanziati sotto questa voce nella provincia di Frosinone facciamo una scoperta che ci sorprende: nella nostra Regione si scommette sull’ambiente per promuovere il turismo!

 

Sicuramente compenseremo la  mancanza di dati a Sora  con una dettagliata  intervista all’Assessore comunale al Turismo per rispondere in primis alla domanda: da quali dati o considerazioni nasce questa scommessa di un turismo cittadino legato a canoe sul fiume? Inoltre, senza dati che potessero giustificare questa scelta del Comune di Sora, sicuramente non ovvia in quanto a Sora non c’è una tradizione canoistica, siamo andati a cercare i luoghi dove si pratica la canoa nella Regione Lazio  e vediamo che nel Liri si pratica solo a Cassino. Chiederemo a questo centro informazioni su questa realtà.

 

Altro aspetto cruciale relativo al progetto per i cittadini e per noi Liris Waves: quale lo stato di avanzamento della realizzazione del progetto e quale lo stato di avanzamento dei pagamenti?  Riguardo al primo punto, stato di avanzamento del progetto, tra i documenti fornitici dal Comune, abbiamo trovato nel Progetto Preliminare un cronoprogramma che è ampiamente superato. Leggiamo invece da un comunicato stampa nel Comune di Sora alla voce “CANTIERI APERTI” http://www.comune.sora.fr.it/por-fesr-lazio-20072013-attivita-ii-4-fase-iii-sora-citta-fluviale-fiume-liris-marco-tullio-cicerone-3/ “La piena funzionalità del sistema di sbarramento sarà comunque garantita a partire dalla prossima stagione primaverile estiva (giugno-settembre). Infatti per tale periodo saranno anche assicurati gli eventuali lavori di dettaglio e di chiusura definitiva dell’intervento”. Non esiste un documento ufficiale con un cronoprogramma aggiornato?               

                                                                    

Riguardo al secondo punto, quale lo stato di avanzamento dei finanziamenti, buio totale! Vai sul sito di opencoesione e alla voce “PAGAMENTI EFFETTUATI” la risposta è 0,00 euro,  http://www.opencoesione.gov.it/progetti/2laa0040p0009/. Dai documenti datici dal Comune nessun riferimento a pagamenti effettuati. Eppure, dal comunicato nel sito del Comune di prima emerge che i lavori sono quasi ultimati! Dunque? Li hanno fatti gratis? Chiederemo chiarimenti.   Altro  nodo da sciogliere riguarda il costo del progetto. Dai dati del Comune abbiamo due fogli excel uno con voce “QUADRO ECONOMICO PROGETTO GENERALE” tot.€ 2.450.000,00 ed un altro con voce “QUADRO ECONOMICO , PROGETTO STRALCIO” tot. € 504.000,00. Due le domande a cui dare risposta: 1) il progetto stralcio, da solo, realizzerà l’obiettivo finale, cioè rendere questo tratto di Liri navigabile?  2) Come e dove si pensa di reperire gli altri fondi? 

Ultimo, ma certamente il più importante e delicato, è l’aspetto  legato all’assetto idrogeologico del territorio. Fondamentale  un monitoraggio dei regimi di portata media del Liri negli anni , soprattutto nel tratto del fiume che attraversa il centro cittadino dove verrà realizzata l’opera,  per capire se l’opera è sicura, un pericolo o un flop.   Tra i documenti del Comune  inseriti nella voce Progetto Definitivo  troviamo “Relazione Modello Idraulico” Luglio 2014 (pdf) con informazioni al riguardo. Da qui  capiamo che il Comune ha utilizzato i dati degli Annali Idrologici dal 1925 ai primi anni 90 e  in  questo periodo di osservazione si è avuta una portata massima di circa 670 mc/s (15 dicembre 1952), con un altezza d’acqua di 5,40 m  ed una minima giornaliera di 1,26 mc/s (5 settembre 1992).  “La tabella con i principali dati rilevati per la sezione di rilevamento posta nel centro storico” è, si legge, “tra gli allegati” ma  noi non l’abbiamo. Peccato, sarebbero potuti essere dati importanti da visualizzare.  Andando noi alla ricerca di dati per conoscere meglio il Liri. Ci imbattiamo in una Carta idrogeologica del territorio che nasce da studi della Regione Lazio e delle Università di Roma “ Sapienza” e “Roma Tre”, alquanto recente, 2012. Clicca qui.  Moltissime le informazioni ma la più interessante per noi è  un simbolo a forma di rombo sulla città di Sora. Scopriamo da qui che sul Liri, a Sora, c’è una Stazione Idrometrica in Telemisura!  Non lo sapevamo !!!  Tutti in giro per la città lungo il fiume alla ricerca ed eccola trovata.

 

IMG-20150226-WA0001

IMG-20150226-WA0002

 

  Perché non ne abbiamo mai sentito parlare? Non sarà attiva? Cerchiamo sul web. Questo il risultato:

 Codice Stazione

 Bacino Idrografico

 Nome Stazione

 Area Bacino

 030

 Liri

 Sora

 1329

Andando su http://www.idrografico.roma.it/default.aspx vediamo che è  attivissima! La mappa interattiva dà le rilevazioni in tempo reale! Dunque gli stessi cittadini di Sora potrebbero registrare le rilevazioni giornaliere dell’altezza idrometrica! Questa opportunità  porta tutti ad essere cittadini più consapevoli del proprio territorio e dunque cittadini attivi.

Nel nostro piccolo intanto navigando nel sito abbiamo trovato dati relativi alle precipitazioni piovose nell’anno 2013 a Sora. Così li abbiamo visualizzati!

                                                         Finalmente dati primari!!!

microfono-nero-nella-mano-45840929

Finalmente arricchiamo la nostra ricerca con la raccolta di dati primari!  Eh si , ora sfoderiamo il nostro piano di Research Design La pianificazione qui è d’obbligo. Chiaro il messaggio che dovrà raggiungere i nostri interlocutori: siamo ben informati sul progetto e determinati ad acquisire quei dati a noi fondamentali per la stesura del report finale nel modo più accurato possibile.  Chi è in grado di darci le informazioni che cerchiamo? In primis il Comune! Dunque, intervista al Sindaco, al progettista del progetto in esame Ing. Luigi Urbani e all’assessore al Turismo, in quanto “Turismo e Cultura” è l’ambito in cui il progetto è stato finanziato. La pesca deve essere assolutamente ricca!!!!!

Il Sindaco Dott. Ernesto Tersigni, il  progettista di “Sora Città Fluviale- Il Fiume Liris”  Ing. Luigi Urbani e l’Assessore al Turismo  Andrea Petricca  saranno i nostri interlocutori per avere un quadro chiaro del nostro progetto e non solo……..

Sindaco: Dott. Ernesto Tersigni

Slide1 Slide2 Slide32

Progettista: Ing.Luigi Urbani

Presentation1

Assessore al Turismo  Andrea Petricca  

Diapositiva1

“E tu cittadino sorano che ne pensi?”

Si, è arrivato il momento di chiedere ” E tu cittadino sorano che ne pensi di questo progetto?” Andremo a chiederlo a chi più degli altri potrebbe essere interessato al progetto: chi abita o lavora nei luoghi vicini al posto in cui il progetto si realizzerà.   Si. Lo sappiamo.  Raccogliamo le voci più importanti!

Intervista ai cittadini che abitano o lavorano nei pressi del luogo dove si realizzerà il progetto.

Diapositiva1

tigre-bocca-aperta

      VOCI DAL TERRITORIO

Voci dal territorio”: così abbiamo chiamato, nel secondo post, quei documenti che attestano  la reazione del territorio al progetto. Documenti, tanti,  che abbiamo raccolto sul Web  nei giornali locali.  Ed è proprio da queste fonti che noi, Liri’s Waves, da comuni cittadini sorani, prima ancora di iniziare questo percorso, abbiamo avuto informazioni su questo finanziamento  perché è da tempo ormai notizia ricorrente a Sora. Voci univoche ahimè. Il tono? Fortemente allarmante.  Come già indicato nel secondo post basti andare su questi link per avere un’idea  http://www.sora24.it/sora-traversa-sul-liri-aumenterebbe-pericoli-in-caso-di-alluvioni-lettera-al-ministero-dellambiente-82153.html e http://www.linchiestaquotidiano.it/news/2014/10/25/sora,-tre-associazioni-contro-i-lavori-sul-fiume-liri/9509 La lettera al Ministro dell’Ambiente,  27 dicembre 2014 ,  è firmata dal Presidente dell’ Associazione “Verde Liri”, Anna Milena Savino, la  Portavoce del “Movimento 5 Stelle” di Sora Valeria Di Folco, Il Presidente dell’ Associazione Adps  Liri Pescatori Sportivi Aldo Merolle e il Presidente P. Fausto Bernardini t.a.  e il Vicepresidente Fabrizio Pintori dell’ associazione “War on dump”.  Il secondo articolo porta di nuovo le firme dell’’Associazione Verde Liri, l’Associazione Dilettantistica Pescatori Sportivi Liri Sora e l’Associazione War On Dump di M.S.G.Campano.

E’ proprio alle suddette Associazioni, “Verde Liri”, “Liri Pescatori Sportivi”,  in qualità di portatori di interessi di questa cittadinanza che vorremmo  chiedere di compilare un questionario a tutte le altre associazioni del territorio sorano. Proporremo il questionario ad altre Associazioni del territorio seppur non strettamente legate al  settore dell’ambiente per avere un quadro il più completo possibile. Così potremmo confrontare le diverse voci dal territorio. Così, con queste voci, il nostro percorso si arricchirà di un tassello importante, importantissimo. Per chi un finanziamento europeo se non per ognuno di noi, vale a dire, se non per questa cittadinanza?