Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

Un percorso green...per una mobilità lenta e sostenibile.

Siamo studenti del quarto anno del Liceo Scientifico di Acireale , in particolare la classe 4B per intero e  4 studenti della 4E per  un totale di 24 membri. Il nostro TEAM è composto quindi da 24 elementi, che per la prima volta partecipa al progetto "A scuola di Open Coesione (ASOC)”. 
Da subito, animati da impegno e buona volontà, abbiamo collaborato insieme e, insieme, abbiamo scelto di monitorare il progetto Aci Greenway. Quest'ultimo nasce con l’obiettivo di proporre un’alternativa sostenibile agli spostamenti con mezzi a motore, e proprio per questo riteniamo che costituisca la giusta combinazione tra sostenibilità ambientale e sviluppo delle potenzialità della nostra città, il cui miglioramento ci sta molto a cuore.
 Il progetto promuove la realizzazione di una percorso ciclopedonale al posto di un tratto di tracciato dismesso della ferrovia nel comune di Acireale. La pista  ha una lunghezza di circa 3,5 km e ha inizio vicino alla villa Belvedere in direzione Nord, giungendo fino alla frazione acese di S. M. degli Ammalati.
 Il progetto Aci Greenway costituisce una scelta consapevole nei confronti dell'ambiente, poiché vede l'adozione di soluzioni moderne e soprattutto green. Questo progetto rappresenta lil primo passo verso una grade azione di sensibilizzazione ambientale che potrebbe portare in futuro a scelte più consapevoli e quindi, nel tempo, a cambiamenti concreti.
 Il nome del nostro team è “jacicuduroti”: sulla scelta di questo nome abbiamo lavorato insieme, proponendo ognuno le proprie idee e confrontandole tra di loro. Alla fine abbiamo scelto di utilizzare il dialetto siciliano, in quanto crediamo che il dialetto permetta una comunicazione, talvolta, più efficace. Noi ci sentiamo rappresentati dal nostro dialetto, infatti l'Italia stessa è ricca di dialetti, che ne costituiscono quindi una bellissima peculiarità.
Jacicuduroti è l'unione tra il nome “Acireale”, ossia il comune d'interesse del progetto, e l'espressione “su due ruote”, che crea immediatamente l'immagine di una bicicletta e quindi riporta alla mobilità lenta, green....di una pista ciclopedonale.
 Crediamo che questo nome sia, allo stesso tempo, semplice e rappresentativo, in quanto comprende i punti fondamentali della nostra ricerca.
 Il logo del TEAM, invece, è stato realizzato dal gruppo dei designers. Esso rappresenta la rinascita di un luogo abbandonato che viene convertito in pista green così da sfruttare tutte le sue potenzialità e rivelarne la bellezza nascosta. Inoltre il logo è stato pensato come un vero e proprio manifesto della mobilità alternativa. Sulla scorta di ciò, ci è sembrato appropriato rappresentare la vecchia ferrovia di Acireale percorsa da una bicicletta. La ferrovia rappresenta il punto di partenza del progetto, mentre la bicicletta, esempio tipico della mobilità lenta, rappresenta il mezzo più adatto per la fruizione di un percorso di grande valenza paesaggistica.

Racconto degli incontri del progetto “A Scuola di Open Coesione”

23/11/2020, giorno 1:
Durante il primo incontro la docente referente ha introdotto il progetto  “A Scuola di Open Coesione”: insieme abbiamo visionato i video introduttivi ad ASOC e  cominciato a "navigare" nel sito "OPEN COESIONE" per esaminare i progetti finanziati ricadenti nel Comune di Acireale. Dopo una ricerca attenta e meditata, ci siamo divisi in due gruppi di lavoro ed esaminato due progetti diversi che, a fine lezione, sono stati messi a confronto. Alla fine la scelta è caduta sul progetto riguardante il monitoraggio della realizzazione di un percorso ciclopedonale sul vecchio tracciato della ferrovia dismessa nel comune di Acireale e sulla sua futura gestione e fruizione. Abbiamo scelto questo progetto perché questo tratto di ferrovia dismesso è un luogo ricco di storia, molto interessante dal punto di vista naturalistico; di conseguenza, se ben gestito e messo a disposizione della cittadinanza, potrebbe  una potenzialità per la nostra città.  

30/11/2020, giorno 2: 
Durante il secondo incontro il TEAM è stato suddiviso  i sei gruppi di lavoro (project manager e head of research, social media manager e coder, designer, storyteller, analista e blogger). Abbiamo poi lavorato e discusso sulla scelta del nome del gruppo e del logo rappresentativo. . Il nome nasce dalla fusione di termini del dialetto siciliano: “Jaci”, che indica Acireale, e “cu du roti”, invece, significa “su due ruote”, dal momento che si tratta di un percorso ciclopedonale. Abbiamo anche discusso sull'organizzazione dell'ASOC WALL.

07/12/2020, giorno 3:
Durante il terzo incontro abbiamo verificato insieme alla docente referente gli HOME WORK ed abbiamo pensato anche a come rendere più funzionali, visibili ed accattivanti  i nostri profili social. Abbiamo lavorato all'organizzazione interna del progetto, creando diversi file Drive per ogni giornata, da utilizzare proprio come un diario di bordo. Abbiamo infine scattato la foto di gruppo con tutti i partecipanti al progetto da aggiungere al nostro ASOC Wall.

10/12/2020, giorno 4:
Durante il quarto incontro abbiamo principalmente controllato il report della Lezione 1 da completare entro il 15 dicembre, prendendo in considerazione quanto già fatto e quanto ancora era da completare.. Abbiamo quindi cominciato a riflettere, insieme al gruppo dei designer che si occupano principalmente della sua realizzazione, su cosa aggiungere nel nostro canvas ed infine abbiamo scattato la foto di gruppo da utilizzare nella sezione “Il mio Team”.

11/12/2020, giorno 5:
Durante il quinto incontro abbiamo migliorato la presentazione del CANVAS di progetto dal punto di vista grafico; il gruppo dei designer si è occupato di rendere più colorato,dinamico e di più facile lettura il CANVAS, completando il contenuto con alcuni dati ed informazioni che sono state citati durante la diretta Facebook organizzata dall'Associazione “L'Impulso” proprio su questo argomento.

09/12/2020, webinar:
Durante il webinar tenutosi il giorno 9 dicembre, è stata fatta una presentazione da parte del direttore dei lavori Sebastian Carlo Greco, ospite dell'Associazione “L'Impulso”, del progetto “Aci Greenway” di cui il nostro team si sta occupando. Il progetto preliminare nasce dall'idea dell'architetto Greco nel 2010. Nel 2011 viene redatto il progetto definitivo. Questo sarebbe dovuto iniziare nel 2017, tuttavia verrà posticipato al settembre del 2019. La data del termine è stata fissata per l'ottobre del 2020; nonostante i lavori siano stati ultimati, il 31 ottobre 2020, il percorso non è ancora aperto e fruibile. Infatti è stato emanato dal Comune un bando per affidare la gestione a privati. Lungo il tracciato, che a valle ha quasi sempre la vista sul mare, sono presenti quattro gallerie costruite in conci di pietra lavica ed anche in mattoni per un totale di 991 m; proseguendo, lungo il tracciato si possono addirittura trovare delle grotte di scorrimento lavico di grande interesse dal punto di vista naturalistico e didattico-conoscitivo: le medesime sono anche state utilizzate come rifugi in periodo di guerra. Il percorso non presenta barriere architettoniche e può  quindi  essere accessibile a tutti, anche a chi ha difficoltà motorie. Nella seconda parte del webinar ha parlato invece l'ingegnere Francesco Licciardello che si è concentrato molto sul concetto di mobilità sostenibile e su quanto questo sia legato al tracciato in questione. Ha elencato i benefici della Aci Greenway: dalla mobilità, al benessere psico-fisico. Si parla infatti di mobilità dolce, che non è motorizzata, quindi sostenibile. Inoltre l'Acigreenway potrebbe essere connessa alla Ciclovia della Magna Grecia, una rete ciclabile nazionale lunga circa 1000 km che collega percorsi ciclabili ma anche strade comunali a basso traffico.

REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO CICLOPEDONALE DA SORGERE SUL VECCHIO TRACCIATO DELLA FERROVIA DISMESSA NEL COMUNE DI ACIREALE

-COSTO PUBBLICO: € 919.881,53

-PAGAMENTI EFFETTUATI: € 304.128,30

Il piano di azione per la coesione ha contribuito con un fondo di rotazione pari all’84% dei soldi versati in totale che corrisponde alla somma di 771422€. Solo il 33%  ha versato la quota,il restante 16% del totale è stato versato dal comune di Acireale con 148460€

Il progetto era previsto per il 10/11/2017 ,ma è stato messo in atto il 30/09/2019. La data di destinazione  prevista per il completamento della pista ciclabile era il 30/10/2020; i lavori sono stati ultimati il 31/10/2020. Ad oggi la pista non è ancora fruibile. Il comune di Acireale ha emanato un bando per poter affidare la gestione e manutenzione del percorso a privati. 

-SCOPO DEI DATI: questi dati servono per avere una contabilità del progetto e sapere, chi e quanti soldi ha messo a disposizione per la realizzazione del progetto. Lo scopo è anche di monitorarlo nel corso del tempo non solo la corretta realizzazione della pista ciclabile ma anche la sua futura gestione e fruizione da parte della collettività.