P1.A2 – Le regole del gioco

Le otto regole di A Scuola di OpenCoesione

Il progetto A scuola di Open Coesione ha delle semplici regole da seguire. Tenendo bene a mente questi otto punti non potete sbagliare. Il vostro progetto sarà ricco, bello, completo e soprattutto efficace: perchè qui non stiamo solo imparando delle nuove nozioni, stiamo agendo su nostro territorio.

1. Prima regola di A scuola di OpenCoesione: non è come la scuola normale.
Svilupperemo un progetto pratico, come se fosse un lavoro. Durante questo percorso assumerete delle nuove competenze o semplicemente scoprirete di averne alcune che non esercitate abbastanza. Non risparmiatevi.

2. Seconda regola di A scuola di OpenCoesione: partire dalla fine.
Sceglieremo subito l’oggetto della nostra indagine analizzando le informazioni che si trovano su Open Coesione. Cosa NON sapete del vostro territorio? E’ il momento di scoprirlo!

3. Quinta regola di A scuola di OpenCoesione: pensare sempre ad OpenCoesione.
Siete per strada? al parco? State facendo una passeggiata? Guardatevi intorno cercando elementi utili alla vostra indagine.
Le città sono tappezzate di cartelli con il simbolo dell’Unione Europea. Vi siete mai chiesti come mai? Chi sta seguendo e realizzando quei progetti? Perchè sono proprio in quel posto?

4. Quarta regola di A scuola di OpenCoesione: parlare a tutti di OpenCoesione.
Tutti devono sapere quello che stiamo facendo. I progetti di OpenCoesione toccano così tanti temi che in qualunque contesto c’è qualcuno che potrà darvi qualche informazione. L’autista del bus saprà aggiornamenti sulle nuove linee, la vostra insegnante sui progetti
delle scuole, e così via. Pensate al vostro interesse più fervido e cercatelo anche su OpenCoesione: molto probabilmente troverete qualcosa.

5. Quinta regola di A scuola di OpenCoesione: documentare e verificare tutto ciò che riguarda i progetti.

Con il vostro smartphone non ci vuole molto a scattare qualche foto o fare piccoli video. Anche un articolo di giornale al bar. Ogni momento è buono per scattare una foto, realizzare un’intervista, ritagliare un articolo di giornale (senza dirlo al barista).

6. Sesta regola di A scuola di OpenCoesione: trovare il modo perfetto per raccontare la nostra storia.

La vostra ricerca è importante perchè scoprirete qualcosa che nessuno ancora sa: preparatevi a raccontarla nel modo migliore possibile, è preziosa (oltre al fatto che fareste una bellissima figura e potreste vincere un premio)

7. Settima regola di A scuola di OpenCoesione: condividere sempre tutto.

Non siamo agenti segreti, le nostre scoperte sono fatte appositamente perchè tutti ne siano informati. Potreste innescare ulteriori ricerche, reclutare persone interessate a raccontare la propria esperienze o esperti del tema dell’indagine che state portando avanti. Siate generosi: c’è bisogno di conoscere ciò che state facendo perchè serve a tutti e può essere replicata da altri (è come essere autorizzati a far copiare a tutti il proprio compito in classe).

8. Ottava e ultima regola di A scuola di OpenCoesione: lavoro di squadra.

Non farete tutto questo da soli: avrete a disposizione una squadra di esperti, le altre scuole, l’insegnante. Approfittatene!