ORGANIZZAZIONE EVENTO #SAA2018

Può essere organizzato un unico evento per i Team della stessa scuola ed estendere l’invito all’evento della #SAA 2018 anche ad altri Istituti Scolastici?

Sì, certamente. I Team possono coinvolgere non solo le scuole e le istituzioni, ma anche e soprattutto la comunità.
Sul sito ASOC, nell’apposita sezione dedicata ai “webinar 2017-2018” sono disponibili le slide e la registrazione del webinar dello scorso 15 gennaio 2018, dove è possibile reperire tutte le informazioni utili per l’organizzazione dell’evento.

Durante l’evento è necessario esporre solo il progetto monitorato?

L’evento, da organizzare nella settimana dal 5 all’11 febbraio 2018, ha lo scopo di presentare il lavoro fin qui svolto dai Team, con focus su:

– storia amministrativa del progetto monitorato
– esigenze di sviluppo territoriale nell’ambito del tema scelto e relative proposte migliorative
– verifica del grado di trasparenza e apertura delle PA coinvolte nel progetto monitorato.


Quali Enti e soggetti della PA si dovrebbero coinvolgere durante l’evento #SAA2018?

L’elenco dei soggetti da poter coinvolgere durante l’evento #SAA2018 è presente nel FACSIMILE di Report 3.1.


Quando si fa riferimento alla flessibilità cosa si intende: uno, due o più giorni di margine per organizzare l’evento della #SAA2018?

Sarebbe meglio realizzare l’evento all’interno del periodo programmato per la Settimana dell’Amministrazione Aperta, e cioè dal 5 all’11 febbraio. Ad ogni modo, se ciò non fosse proprio possibile, si può organizzare l’evento nei giorni successivi all’11 febbraio, non andando comunque oltre i 5 giorni (e cioè non oltre il 16 febbraio).

FORMAZIONE

Le ore di formazione assegnate per il coinvolgimento di un esperto esterno verranno riconosciute anche nel caso in cui l’esperto partecipi all’evento della #SAA2018?

Non è possibile riconoscere ai docenti i crediti formativi se l’esperto verrà invitato all’evento per la Settimana dell’Amministrazione Aperta 2018, proprio perché dovrebbe essere una lectio dedicata, organizzata con lo scopo di permettere agli studenti di raccogliere e approfondire i dati utili alla loro ricerca. Specifichiamo comunque che l’esercitazione in classe con l’esperto non è obbligatoria.


Come comportarsi per quanto riguarda l’attestazione della formazione se l’esperto del tema scelto è il tutor del progetto ASOC in Alternanza Scuola Lavoro?

Allo stesso modo in cui ci si comporterebbe nel caso di altro esperto: si prende come riferimento il modulo allegato al Vademecum Formazione Docenti e lo si compila.

SUPPORTO EUROPE DIRECT

In che modo le regioni partner di ASOC possono supportare i team in mancanza degli Europe Direct non confermati?

Le collaborazioni regionali di ASOC inaugurate nell’edizione 2016-2017 dall’accordo concluso con la Regione Autonoma della Sardegna, e proseguite nell’edizione in corso con l’accordo stipulato con la Regione Calabria e, da ultimo, con la Regione Siciliana, permettono di rafforzare le attività progettuali sui territori di riferimento, attraverso azioni specifiche volte a supportare gli istituti scolastici che partecipano al percorso didattico ASOC. I Team in mancanza del centro di Informazione Europe Direct scelto in fase di candidatura possono rivolgersi ai referenti regionali attraverso i contatti reperibili nella sezione tematica “Partnership e Collaborazioni” del sito ASOC.