Quarta lezione all’Einaudi di Staranzano!

Buongiorno a tutti,

durante questo ultimo periodo abbiamo svolto, tra scuola e lavoro sul posto, la quarta lezione riguardante il progetto che stiamo monitorando: Natura del Carso, con ente attuatore il Comune di Doberdò del Lago.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Abbiamo monitorato i cambiamenti e i lavori svolti sul territorio carsico nella zona compresa tra Doberdò del Lago e Trieste.

Abbiamo analizzato i dati trovati sul sito del comune di Doberdò del Lago per i lavori di messa in sicurezza della strada e per la sistemazione del Centro Visite Gradina e abbiamo effettuato anche un’intervista con il sindaco di Doberdò del Lago per verificare come realmente sono stati impiegati i fondi europei.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In seguito, il giorno 13 aprile, abbiamo effettuato tramite una visita d’istruzione una spedizione al Centro Visite Gradina e abbiamo potuto osservare i vari progetti che sono stati portati a termine con tali fondi.

Il Comune di Doberdò aveva emanato una documento con il quale rendeva pubblici i progetti che sarebbero stati realizzati con i fondi europei POR FESR Friuli Venezia Giulia – Asse 2, Sostenibilità ambientale.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Bene, abbiamo potuto constatare che i progetti realmente effettuati sono i seguenti:

  • il giardino roccioso
  • l’orto botanico

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • la messa in sicurezza della parete rocciosa

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • l’impianto fotovoltaico
  • gli interventi a favore del turismo sostenibile

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Non abbiamo potuto constatare personalmente se sono stati realizzati altri interventi, come alcuni degli impianti del centro visite, in quanto il tetto non era a noi accessibile, l’impianto fognario era funzionante ma non era visibile, quindi, per nostra sfortuna vi possiamo raccontare solo quello che abbiamo visto nei luoghi a noi accessibili.

Un’altra cosa che ci ha impressionato molto è stata l’agricoltura botanica, a Gradina abbiamo constatato che hanno piantato molti ulivi e sotto ogni ulivo c’è una targhetta che racconta il motivo per cui questi sono stati piantati.

Anche il giardino roccioso ci è piaciuto molto, ogni pianta aveva una cartellino di identificazione così da promuovere anche la conoscenza della natura e delle piante che possiamo trovare sul Carso.

Per mettere in sicurezza l’incolumità dei passeggeri e delle vetture che passano sulla strada, i vari comuni carsici hanno messo delle reti di protezione sulle pareti carsiche che davano sulla strada così da poter essere a contatto con la natura ma essere sicuri.

Tutto questo assieme allo sviluppo sostenibile è mirato a aumentare lo sviluppo sostenibile e a rendere cosciente la gente di come si può stare a contatto con la natura senza inquinare così che tutti possiamo vivere bene in maniera salutare ma non solo, anche il nostro mondo sarà più sano.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Grazie a tutti per l’attenzione e un grazie agli amministratori locali e ai responsabili del centro Europe Direct che ci stanno sostenendo e stanno collaborando a questo nostro progetto di monitoraggio civico!