Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

I docenti ASOC e la sfida della didattica a distanza

23 Aprile 2020

L’emergenza sanitaria da Coronavirus e le conseguenti disposizioni governative emanate lo scorso marzo per contenere l’epidemia hanno raggiunto in primis il mondo della scuola. Docenti e dirigenti scolastici, dovendo tempestivamente rimodulare metodi e modalità di insegnamento, si sono trovati ad affrontare la sfida della didattica a distanza per poter garantire a tutti gli studenti il prosieguo delle attività didattiche.

OpenCoesione pubblica una Data Card sulla didattica a distanza! Un approfondimento sui progetti del Ministero dell'Istruzione, finanziati dai fondi delle politiche di coesione, e un focus specifico sul sondaggio somministrato dal Team ASOC ai circa 300 docenti partecipanti all’edizione 2019-2020, con lo scopo di esplorare quali attività e risorse sono state messe in campo per raggiungere gli studenti nonostante la chiusura delle scuole e per raccogliere eventuali criticità. 

Una sintesi dei risultati 

Quasi la totalità dei docenti ASOC sta sperimentando in queste settimane le attività di didattica a distanza, basandosi su infrastrutture tecnologiche già esistenti e attivate dal proprio Istituto scolastico di riferimento per far fronte alle esigenze didattiche nel periodo di emergenza. Tra i servizi digitali più utilizzati oltre alla “classica” trasmissione via email dei compiti e delle risorse didattiche, ci sono le piattaforme di videoconferenza online. Le ore di impegno richieste ai docenti sono molte (spesso il doppio rispetto alle ore richieste dalla didattica ordinaria), ma grazie all’infrastruttura digitale fornita dalla scuola e al grande impegno dedicato, tutti i docenti hanno potuto raggiungere la quasi totalità dei propri studenti e trasmettere i contenuti delle lezioni.

Ai docenti ASOC abbiamo anche chiesto se la metodologia didattica utilizzata dal percorso A Scuola di OpenCoesione, caratterizzata da una forte componente digitale, è stata d’aiuto a loro e agli studenti in questo periodo di emergenza nel comprendere, gestire e integrare gli strumenti della didattica a distanza. L’80% dei docenti ha risposto in maniera affermativa, sottolineando che, grazie alla partecipazione ad ASOC, molti studenti hanno potenziato le proprie competenze digitali e di utilizzo di tecnologie per la didattica da remoto (videoconferenze, strumenti collaborativi come Google Drive), le capacità organizzative (grazie soprattutto alla suddivisione in ruoli operativi che il percorso richiede) e di lavoro collaborativo in team, le capacità di rispettare scadenze e calendari programmati. Inoltre, i docenti hanno notato una maggiore consapevolezza e creatività nell'uso delle tecnologie e dei social network dai parte dei propri alunni, oltre che un rafforzamento delle competenze trasversali (relazionali, comunicative). Per questo motivo il Team ASOC metterà a disposizione dei docenti che ne hanno fatto richiesta gli strumenti che utilizziamo nel percorso ASOC, in particolare la piattaforma per l’organizzazione dei webinar delle lezioni, che consentono di trasmettere online i contenuti didattici e apprendere efficacemente anche a distanza. 

Grazie a queste sue peculiarità, il percorso ASOC è uno dei pochi progetti extrascolastici che resta attivo e prosegue - seppure con le necessarie rimodulazioni - le sue attività, come evidenziato dai docenti nel sondaggio, a fianco di altri progetti che privilegiano la modalità didattica a distanza. 

Per approfondire vi invitiamo a consultare il portale di OpenCoesione e la Data Card dedicata al mondo della scuola e all'impegno dei docenti in questo delicato momento di emergenza sanitaria!

GRAZIE A TUTTI