Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

L’esperienza premio per le Reti territoriali ASOC al Festival della Partecipazione

28 Giugno 2022

Si è conclusa domenica 26 giugno a Bologna la tre giorni del Festival della Partecipazione, l’iniziativa organizzata e promossa da ActionAid Italia, Cittadinanzattiva e Legambiente, in collaborazione con Caritas e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Bologna. 

Presenti, oltre al Team ASOC, anche i referenti di Istat Roma (Paola Francesca Cortese) e del Centro di Documentazione europea (CDE) dell’Agenzia per la coesione territoriale, premiati con la partecipazione alle tre giornate bolognesi del festival, perché di supporto al team ASOC2122 “Back to the Bike” del Liceo F. Vivona di Roma, vincitore del Premio Europa.

I referenti delle Reti premiate hanno avuto l’occasione di confrontarsi con numerose realtà nazionali, civiche e istituzionali, impegnate sui temi della partecipazione civica, della trasparenza amministrativa e degli open data, dell’accountability e del monitoraggio civico, ovvero i temi portanti del progetto A Scuola di OpenCoesione

Di particolare interesse il panel dedicato alla campagna #datiBeneComune, nata nel 2020 per chiedere al Governo italiano di pubblicare in maniera aperta i dati sulla gestione della pandemia di COVID-19; le sessioni di dibattito e confronto sul tema del monitoraggio civico del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), grazie alla partecipazione delle organizzazioni appartenenti all’Osservatorio civico del PNRR e a una Scuola di monitoraggio civico dei progetti dell’Area metropolitana di Bologna a cura anche dell’associazione Monithon, in cui i partecipanti hanno potuto esercitarsi nella simulazione del monitoraggio di un progetto finanziato da fondi PNRR nella città di Bologna. 

Il Festival ha visto rappresentanti delle istituzioni, giornalisti, esperti nazionali e internazionali, 60 associazioni della società civile e oltre 800 partecipanti condividere idee e azioni per un futuro della democrazia che sia sempre più fondato sulla partecipazione civica, in tutte le sue declinazioni. 

Il titolo di questa settima edizione, “Re-Agire. Nuove energie per la partecipazione, oltre gli shock della pandemia e della guerra” ha richiamato, non a caso, l’importanza di costruire risposte concrete e collettive alle situazioni di emergenza (pandemia Covid-19, guerra in Ucraina, emergenza climatica) che negli ultimi anni hanno contribuito a restringere gli spazi di partecipazione civica nel nostro Paese. 

Tre i grandi temi affrontati nel corso delle tre giornate: salute globale, giustizia sociale, giustizia ambientale e climatica, a cui sono stati dedicati numerosi panel, workshop, dibattiti e laboratori, nella splendida cornice della Biblioteca Sala Borsa e negli spazi della Fondazione per l’innovazione urbana, nel centro di Bologna, ma non solo: non sono mancati momenti dedicati a flash mob (“No Gas, No Nuke!” organizzato dall’associazione Legambiente) e installazioni di arte pubblica nelle strade del centro città realizzate dal progetto CHEAP.

I premi per le Reti territoriali ASOC non finiscono qui! A settembre le referenti Istat Maria Rosaria Mercuri e Antonella La Faci, i referenti dei Centri Europe Direct Calabria Europa di Gioiosa Jonica, Europe Direct Caserta, Europe Direct Napoli, e dell’associazione Legambiente Campania Onlus avranno l’opportunità di partecipare all’edizione 2022 di Scuola Common, organizzata da Gruppo Abele, con il supporto di Libera Contro le mafie e il Master interuniversitario in Analisi, Prevenzione e Contrasto della criminalità organizzata e della corruzione.

Complimenti ancora a tutte e tutti i rappresentanti delle nostre preziose Reti!