Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Pitch

Titolo del Pitch: 
La svolta di facciata!
Pitch 1: 

Il progetto riguarda i lavori di recupero dell’ex Macello comunale di Piedimonte Matese, lo abbiamo scelto perché la ristrutturazione dell'edificio avrebbe dato un nuovo assetto a tutta l'area, vicina al centro e alle scuole cittadine.  Dai dati analizzati, risulta che il costo dell’intero lavoro ammonta a € 1.270.757 a valere sulle risorse POC 2014/20, i pagamenti monitorati risultano pari a € 658.776. Il comune ottenne il finanziamento nel 2015, i lavori si fermarono per via di ricorsi, ripresero e proseguirono fino al 2019, in seguito al dissesto finanziario del comune. Il 16/3/22, con grande sorpresa, i lavori sono ripresi. La ricerca ha centrato l’obiettivo, restituire alla città l’area dell’ex macello. Anche se per ora la ristrutturazione è solo della facciata!

Pitch 2: 

Questo percorso ci ha permesso di apprezzare l’importanza di come un luogo pubblico curato ed utile ai cittadini rappresenti una risposta a una serie di necessità sociali. Abbiamo imparato a gestire in maniera consapevole i canali social; raccogliere, ordinare dati e riportarli in articoli di Data Journalism; creare, montare video e infografiche. Ci siamo cimentati in interviste al prof. Leuci, all’ingegnere Terreri, all’architetto D’Onofrio che hanno contribuito a ricostruire momenti salienti del progetto; abbiamo ascoltato i cittadini, che a volte delusi, altre fiduciosi nella ripresa dei lavori ci hanno fornito notizie interessanti. I lavori sono ripresi poco tempo fa! A noi piace credere che la nostra indagine e le speranze dei cittadini hanno rappresentato la svolta, anche se ristrutturata è solo la facciata!

Pitch 3: 

Questa esperienza ha stimolato molto la nostra curiosità, elemento fondamentale per proseguire il monitoraggio anche al termine del percorso con ASOC. Tutti noi ci siamo appassionati a questo progetto e quando i lavori sono ripresi, la sorpresa è stata grande, ma ancor più grande è stata la gioia di aver contribuito, forse, all’esito positivo dei lavori. Auspichiamo che la riqualificazione dell’edificio, oltre a creare spazi per una nuova collocazione di alcuni uffici pubblici, dia nuovo assetto a tutta l’area e allo spazio circostante, diventando un centro socio-culturale e un grande parco cittadino, punto di incontro e di riferimento per anziani, giovani e studenti, aperto alla città, un luogo di eventi, continuo al sistema urbano ed al contempo intimo, protetto e silenzioso.

Immagine ASOC Wall: