Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Descrizione della ricerca

WELCOME to team Generazione Z
La ricerca in 280 caratteri: 
Buongiorno a tutti, oggi vorremmo presentarvi il progetto: “A Scuola di Opencoesione”. A prendervi parte siamo noi ragazzi di V RIM dell’Istituto Tecnico Economico “Raffaele Piria Ferraris-Da Empoli” di Reggio Calabria. A questo punto sorge spontaneo porsi delle domande sulla nostra partecipazione. Perché partecipare a questo progetto? E perché pubblicizzarlo? La risposta è molto semplice. In una normale giornata di lezione la nostra professoressa di Diritto ci ha presentato il progetto “AscuoladiOpencoesione” il cui scopo è quello di incentivare noi cittadini a monitorare i finanziamenti ottenuti dai Fondi Strutturali Europei e Nazionali dalla nostra regione meno sviluppata, la Calabria. Il nostro Team”Generazione Z” ha scelto di monitorare i voucher per il sostegno di progetti di digitalizzazione e ammortamento tecnologico. Adesso, passiamo alla spiegazione del nostro operato, per dimostrarvi che ciò che stiamo dicendo non sono solo chiacchiere! La Professoressa ci ha svelato un mondo che non conoscevamo: quello dei FSE , FESR, PON , POR, Obiettivi, Azioni e Sottoazioni. Ha proseguito collegandoci al Portale di OPENCOESIONE, mostrandoci come navigare alla ricerca dei progetti da poter monitorare. Ci siamo divisi in due gruppi e abbiamo iniziato a navigare nel mare dei progetti finanziati nel ciclo di programmazione 2014/2020 e ogni gruppo ha scelto un progetto da presentare al team, compilando il relativo CANVAS. Il tema progetto che più ci ha colpito è stato ‘Ricerca e innovazione’. I due progetti selezionati riguardavano: ‘Ricerca e innovazione’ e ‘Occupazione’. Il progetto da noi scelto, dopo un’attenta discussione, è risultato il più interessante perché rappresenta, per la nostra area geografica, un punto di partenza dal quale si può prendere spunto per aiutare la nostra città ad emergere sotto il profilo imprenditoriale ed economico, soprattutto in considerazione della sua collocazione geografica. Dopo aver effettuato la scelta del progetto abbiamo formato il nostro team e ci siamo divisi i ruoli in base alle nostre attitudini personali e ai nostri interessi. Seguendo attentamente i passaggi previsti dal regolamento, ci siamo consultati per stabilire il nome del nostro gruppo di lavoro che ci identificherà per l’intero svolgimento del progetto. Il nome scelto è ‘’Team Generazione Z’’, un simpatico soprannome per noi ragazzi nati negli anni 2000, che crediamo possa rappresentarci nel migliore dei modi. Per tracciare la strada da seguire durante il viaggio, che ha come meta il rafforzamento del nostro senso civico, abbiamo individuato cinque parole chiave: finanziamenti, monitoraggio civico, imprenditore, valorizzazione, ricaduta economica. La parte più creativa è arrivata quando ognuno di noi ha dato il proprio contributo per la realizzazione del logo, che ci rappresenta e che nella sua interfaccia grafica contiene uno stile che ci rispecchia al meglio. Abbiamo creato inoltre un account Google per condividere i nostri lavori e permettere a terzi di venire a conoscenza di essi. Per dare la maggiore visibilità al nostro lavoro abbiamo creato un account Twitter, una pagina Facebook e un profilo Instagram. Prof ora tutto è pronto per iniziare! E si ricordi……. Il TEAM Generazione Z è sceso in campo e non farà sconti a nessuno!