Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

Raccontare la ricerca scelta

Let’s go

Noi alunni della classe 4As del Liceo scientifico ‘’P.A. De Luca’’ abbiamo iniziato questo progetto Sabato 9 Novembre grazie al supporto della docente referente prof. Gabriella Ivone e alla presenza della docente di supporto prof. Assunta Maria Capolupo, le quali ci hanno illustrato, attraverso il sito ASOC ,vari Video e Slides sulle politiche di coesione, il loro funzionamento e le relative finalità. Abbiamo avuto modo di capire l’obiettivo di tale progetto, il quale consiste nel sollecitare miglioramenti nel nostro territorio. Anche se questa è la prima volta che la nostra scuola e la nostra professoressa si cimentano in questa avventura, cercheremo di fare del nostro meglio per arrivare alla realizzazione del nostro proposito.Un supporto significativo è stato dato dalla prof.ssa di Storia (Emanuela Spagnuolo).

Martedi 12 e mercoledi 13 Novembre: Abbiamo collaborato nella ricerca di un progetto che soddisfacesse l'interesse di tutti i componenti del team-classe.Dopo aver analizzato e discusso in classe sui vari progetti ,che si stanno svolgendo sul nostro territorio, la nostra scelta è caduta su un importante risorsa ecologica, ossia, il fiume Fenestrelle.

Martedì 19 e mercoledì 20 Novembre ci siamo dedicati all'ascolto e all'analisi delle lezioni del portale di open coesione e abbiamo avviato i lavori creando dei gruppi di lavoro.All'interno di ogni gruppo abbiamo stabilito i diversi ruoli: il project manager ha avviato il piano di lavoro specificando le scadenze da rispettare,il social media ha iniziato ad occuparsi dei vari social, il designer ha elaborato il logo,prendendo in considerazione tutti i suggerimenti forniti dal gruppo, lo storyteller ha iniziato il suo ''Diario'' di bordo delle attività svolte e da svolgere.

Venerdi 22 e Sabato 23 Novembre raccogliendo le informazioni trovate dai gruppi formatosi in classe nelle precedenti giornate abbiamo avuto la possibilità di creare una sorta di mappa concettuale che ci potesse orientare sul report da compilare.

Martedi 26 Grazie all'organizzazione della scuola e soprattutto della nostra docente referente Gabriella Ivone abbiamo avuto l'opportunità di avere un incontro, determinante per la nostra ricerca, con il consigliere comunale D.Guerriero che si è reso disponibile ad accoglierci presso la sala consiliare del Comune di Avellino.

Giovedi 28 Con i dati ricevuti sia dal Comune di Avellino che dalla piattaforma digitale abbiamo avuto modo di unire i vari lavori effettuati dai vari singoli gruppi formati nel nostro team e abbiamo predisposto una prima bozza completa del report.

Infine fino al 3 Dicembre abbiamo rivisto gli ultimi particolari e, soddisfatti e orgogliosi del lavoro svolto, abbiamo inviato il report completo.

Il nostro team si chiama ‘’Social Greenade’’.Questo termine è nato dall'intento di lasciare un'impressione ''esplosiva'' del nostro lavoro:

Una regione che distrugge il proprio suolo distrugge se stessa.

Il logo invece esprime la necessità, sentita da tutta la comunità, di rendere il fiume più sicuro e ,al contempo, valorizzarlo come risorsa  chiave del nostro territorio; infatti l’immagine evidenzia elementi geografici e architettonici distintivi dei comuni interessati.

‘’Straripare di verde’’ è il nome del nostro progetto e nasce dall’auspicio che non sia più l’acqua a ‘’Straripare’’ ma il rispetto per la natura  e per le politiche green. Infatti la nostra ricerca’LAVORI DI SISTEMAZIONE IDRAULICA E AMBIENTALE DEL TORRENTE FINESTRELLE’’ ha il fine di porre l’attenzione verso l’eco-sostenibilità, la sensibilizzazione e il rispetto per la natura e di portare a conoscenza la popolazione in merito agli interventi che si stanno svolgendo sul fiume Fenestrelle per evitare altri disagi Idrogeologici. 

Sono stati raccolti dati riguardanti questo progetto attraverso l'incontro con il consigliere del comune di Avellino ''Diego Guerriero'' e attraverso il sito web dell'opencoesione.Questo progetto è stato finanziato dai Fondi Strutturali relativi alla programmazione 2007-2013 P.O.R. FESR 2007-2013-Obiettivo operativo 1.5 D.G.R.C. n.1265 del 24/07/2008(POR CONV FESR CAMPANIA).I fondi a disposizione di questo lavoro sono €8.266.937,13 di cui finanziati per il 75% dall'Unione Europea, per il 14% dal fondo di rotazione(Cofinaziamento nazionale) e per il restante 11% dalla regione.Fino ad ora sono stati spesi €7.550.443,72 con il progetto appaltato con contratto n.5242 del 17/07/2013. Tra questi fondi spesi, €6.457.384,67 sono stati usati per i lavori eseguiti fino il 31/10/2019 ,suddividisi fra €5.302.367,49 conformi al progetto appaltato e €1.115.017,18 in variante rispetto al progetto. Perciò notiamo che sono già stati spesi all'incirca il 91% dei fondi disponibili, anche se la fine di questo progetto è prevista tra circa 2-3 anni.