Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca di dati e informazioni

Sorrento tra macchine, dipinti ,codici di Leonardo e la voce da violoncello di Enrico Caruso

Il primo punto, da cui il Team "Lucciole Sorrentine" intende partire per la ricerca, sarà un incontro con la Fondazione Sorrento, che da anni si occupa di organizzare  eventi culturali e turistici in città, per confrontarci sia sul successo della mostra di Leonardo, che sull' importanza del  premio internazionale dedicato al tenore E.Caruso. Successivamente analizzeremo i dati disponibili presso la Regione Campania , ente programmatore, e  quelli del Comune di Sorrento, ente  attuatore e beneficiario del progetto. Cercheremo di capire perchè non sono state specificate date di inizio e fine del progetto, perchè il costo pubblico ,non è stato liquidato per intero, e in che modo sono stati spesi i fondi. Sicuramente ci confronteremo con il referente Istat,nostro supporter,  per analizzare altri dati relativi a progetti analoghi, svolti nella Regione Campania in particolare, che in Italia in generale. Sarebbe auspicabile rivolgerci anche ai proprietari dell'Hotel Excelsior Vittoria, e capire che rilevanza ha in città la figura del tenore partenopeo, comprendere la valenza in termini economici, della scelta di marketing di valorizzare e conservare lo stato originale della stanza dove soggiornò Caruso, e prevedere un incontro anche con il propietario del Ristorante Mostra "Caruso Paolo Esposito, nel cui interno troneggiano immagini e caricature d’epoca del tenore,oggetti e ricordi appartenuti ad Enrico Caruso, e che ospita peiodicamente  le " Serate Gastronomiche Culturali Carusiane”; e contestualmente contatteremo  Guido D’Onofrio, considerato il più grande studioso e biografo del tenore. Il nostro obiettivo sarà non solo analizzare come sono stati spesi i fondi, ma comprendere anche se è stato  conveniente puntare su due artisti, orgoglio dell'Italia nel mondo, piuttosto che sulle bellezze attrattive, naturalistiche e paesaggistiche  della penisola, e se in tal modo  sono stati raggiunti gli obiettivi prefissi in partenza, e cioè di aumentare l'attrattività  turistica del territorio, migliorare la qualità della vita dei residenti e promuovere nuove forme di sviluppo economico sostenibile, puntando ad aumentare la risonanza e la competitività internazionale.