Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Articolo di Data Journalism

REPORT 2-CENTRO INTERMODALE IGLESIAS-

Iglesias è una cittadina di circa 25.000 abitanti del Sud Sardegna, luogo di studio e di lavoro per diversi abitanti del circondario.

La nostra città presenta delle gravi carenze per quel che riguarda i trasporti, non avendo un adatto sistema di comunicazione ferroviario nè di trasporto pubblico. Pertanto lo spostamento dei cittadini, sia per motivi lavorativi che scolastici, è reso difficoltoso. Per colmare questa mancanza sono stati stanziati €5.500.000  da parte dell'Unione Europea mediante il Fondo di Rotazione (Piano d’Azione per la Coesione) per la creazione del centro intermodale. 

I lavori sono iniziati il 28/03/2017 e sarebbero dovuti terminare il 31/12/2019, ma... sono attualmente in corso.

Questo è dovuto a tutta una serie di problematiche, esposte nel dettaglio durante il Consiglio Comunale di Iglesias del 17/09/2018.

Prima ancora dell'inizio dei lavori ci sono state delle complicazioni riguardanti la bonifica da ordigni bellici, in quanto alcune delle metodologie proposte dal genio militare erano impraticabili per quella zona.

Successivamente, sono stati necessari ulteriori controlli per il risanamento di una precedente discarica.

L'azienda, così come si evince dalla normativa del bando, ha richiesto il 25% come anticipo per l'avanzamento dei lavori. Tuttavia i dati sui pagamenti vanno contestualizzati, poiché il Comune ha fatto il possibile per sbloccare la situazione, ma spettava ad altri enti e società portare avanti i lavori. (Guardare infografica 1)

La situazione sembra ora essersi risolta grazie al fatto che un'altra società ha preso in carico i lavori dopo il fallimento dell'originale vincitrice di concorso.

L'importanza di questa struttura si nota anche dalla velocità con cui le pratiche comunali sono state portate a termine.

Questa struttura è di prima necessità per tante persone:

in Sardegna abbiamo circa 247,942 cittadini che utilizzano i mezzi pubblici per spostarsi, sia per motivi lavorativi che scolastici (Guardare infografica 2)con solamente143 stazioni dei treni e 17 degli autobus sparse per tutto il territorio contro le oltre 1500 del nord Italia. 

)In oltre i  mezzi sono poco confortevoli e le loro condizioni sono inadeguate al trasporto di questo numero di persone.

La nostra speranza è che i lavori per questa struttura siano ultimati nel minor tempo possibile,poiché è di fondamentale importanza per i cittadini del nostro territorio.