Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Articolo di Data Journalism

LA STORIA DEL PROGETTO: DAL 2010 ALLA CONCLUSIONE DEI LAVORI

 Il 25 novembre 2010 inizia il lungo iter che porterà al consolidamento dell’area “Madonna delle Grazie”. Questa zona, infatti, a rischio R4, era stata colpita da una frana che aveva distrutto gran parte dell’area, comprendendo numerosi crolli che coinvolsero il cimitero di Fagnano Castello. Per l’emergenza venne chiamato ad intervenire, il 21 gennaio 2011, il Commissario Straordinario Delegato, Domenico Percolla. Con il Decreto Commissariale n°127 del 9 marzo 2015 l’ing. Carmelo Gallo diviene soggetto attuatore del progetto in quanto Commissario Straordinario Delegato della Regione Calabria. Nel frattempo, con il Decreto Commissariale n°14 del 31 gennaio 2014 viene destinato al progetto l’importo totale di €1.000.000. Il R.U.P.,   Responsabile Unico del Procedimento, è il geom. Gemino Aloia.

 Nella Delibera di Giunta n°72 dello 08/08/2014 troviamo il valore dei lavori a base d’asta che corrisponde a € 624.969, di cui € 611.969 per i lavori e € 13.000 per gli oneri di sicurezza.  Troviamo, poi, il resoconto dei valori in economia per un totale di € 81.525, di cui € 19.709 per la prima parte dei sondaggi geognostici, € 35.207 per la seconda parte, € 17.989 per la terza parte e € 8620 per lavori d’ordinanza. Infine abbiamo le somme a disposizione dell’amministrazione per un totale di € 293.505, di cui € 155.428 di IVA sui lavori e gli oneri di sicurezza, € 80.000 di spese tecniche, € 12.000 per le indagini geologiche, € 6.000 per il collaudo statico ad opera dell’ing. Pietro Lappano, € 3.920 per la cassa di previdenza di tecnici esterni, € 22.422 di IVA sui compensi tecnici, € 8.678 per il R.U.P., € 3.000 per gli espropri e € 505 per coprire gli imprevisti. Il totale generale ammonta dunque a € 1.006.423,43. Dal quadro economico generale finale si evince che sono stati spesi € 470.062,91 per i lavori al netto del ribasso; € 331.224,10 erano le somme a disposizione dell’amministrazione distribuiti per le indagini geognostiche, per gli espropri e il frazionamento catastale, per collaudo statico, spese di pubblicità, IVA e vari ed eventuali; € 198.713 sono stati destinati a coprire le economie a consuntivo. La spesa dell’intervento è pertanto pari a € 801.287 alla quale si aggiungono le economie per un totale di € 1.000.000. Si può dunque riscontrare una differenza tra i valori riportati nella Delibera di Giunta e quelli riportati nel resoconto finale, come si può osservare nell'immagine esplicativa allegata all'articolo.

 Come si può evincere da questo resoconto generale dei dati in nostro possesso, la storia del progetto è alquanto complessa. Il team Upsidedownfc cercherà di scavare a fondo per avere dati più chiari e concreti riguardo al progetto e in particolare al soggetto attuatore (la maggior parte dei nostri dubbi riguarda proprio l’origine dei finanziamenti e avremo l’occasione di approfondire in seguito). La problematica ci interessa da vicino e faremo del nostro meglio per rispondere a quesiti ancora aperti in merito alla questione e per sapere quanto più possibile sul progetto da noi monitorato.