Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Articolo di Data Journalism

PIANO EXPORT SUD

Il Piano Export Sud 2 (PES2), giunto alla sua terza annualità, è indirizzato alle MPMI, al fine di favorirne la promozione all’estero. Il piano è la prosecuzione di quanto già realizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico e attuato dall’Agenzia ICE.

Con una dotazione pari a 50 milioni di euro, il piano ha l’obiettivo di attuare iniziative di formazione e promozione all’estero delle MPMI del territorio. Più in particolare, il piano ha la finalità di spingere le imprese esportatrici occasionali a diventare esportatori abituali e, per questa via, ad incrementare la quota export ascrivibile alle Regioni coinvolte, tra cui il Molise, sul totale nazionale.

Il PES II offre opportunità per entrare in contatto diretto con buyer, importatori e distributori durante gli eventi in Italia e all'estero.
Le imprese possono usufruire di check-up aziendali durante moduli formativi e servizi legati alle attività di incubazione all'estero a titolo gratuito. Attraverso le azioni di formazione e di supporto promozionale, i destinatari del piano possono migliorare il processo di internazionalizzazione ed incrementare il fatturato export.

DESTINATARI: micro e piccole e medie imprese, start up, reti di imprese, incubatori

SETTORI COINVOLTI: filiere dell’agro alimentare, dell’arredo e costruzioni, dell’alta tecnologia, dell’energia (ambiente ed energie rinnovabili), della moda, dell’ICT e innovazione digitale.

MERCATI TARGET: Paesi dell’UE ed extra UE (Russia, America del nord, del centro, del sud, Giappone, Algeria, Tunisia.

AZIONI: azioni di formazione per la gestione della Proprietà intellettuale e Innovazione Digitale; seminari tecnico-formativi e di primo orientamento ai mercati internazionali; partecipazione fieristiche; incoming di operatori esteri (buyer, importatori, distributori e giornalisti); eventi di partenariato internazionali in comparti strategici.

SOGGETTI FINANZIATORI: Ue per circa 33 milioni di euro, Fondo di rotazione per 11 milioni di euro e la restante parte a carico del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione.

Analizzando più da vicino i dati della Regione Molise, si scopre che, con  una tendenza positiva in crescita dal 2010, le esportazioni del Molise si attestano su livelli superiori alla media nazionale (immagine jpeg chart)

La quota del valore delle esportazioni in settori a domanda mondiale dinamica sul totale delle esportazioni, dopo una rilevante flessione negli anni 2000-2005, ha registrato un trend positivo che ha spinto le esportazioni del Molise fino alla soglia del 75% circa sul totale nazionale (grafico 1).

Il valore delle merci sul totale del PIL  dopo aver toccato la percentuale massima dell’8% tra il 2015 e il 2016 ha segnato una flessione nel 2017; i dati degli ultimi due anni non sono disponibili. Questo dato può essere spiegato da una riduzione del valore delle merci esportate che incide sul valore aggiunto complessivo dell’impresa (grafico 2).

Sebbene il progetto sia giunto alla sua terza annualità, è stato effettuato solo il 14% dei pagamenti. Questo dato sicuramente non è di segno positivo perché fa pensare che non vi sia una forte partecipazione da parte di imprese potenzialmente esportatrici. Il dato è sicuramente da approfondire mediante ricerche e interviste presso la Regione Molise.