Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Pitch

Titolo del Pitch: 
“ScopriAMO e lavoriamo in rete!”
Immagine ASOC Wall: 
Pitch 1: 

Tra i vari progetti abbiamo scelto “AZIONI PER LA REALIZZAZIONE E PROMOZIONE DI ITINERARI NATURALISTICO-CULTURALI"L.I.5.3.2.1-Comune di Scalea (CS)
La scelta fatta è dovuta alla necessità di valorizzare e promuovere il nostro territorio, così da invogliare i giovani disoccupati a non abbandonarlo e quindi dare loro la possibilità di nuovi posti di lavoro.
Il nostro compito è stato quello di verificare l’efficacia del progetto attraverso dati, ricerche e monitoraggio civico. Purtroppo si è riscontrato che, solo la prima fase del progetto è stata realizzata, spendendo il 42% del finanziamento previsto. Con questa somma, sono stati installati totem digitali, si è creato un sito web e un’app ma la maggior parte di questi dispositivi pubblicitari sono poco funzionali e non aggiornati.
 

Pitch 2: 

Nonostante il lockdown, abbiamo continuato a lavorare spronati dallo slogan “Divisi ma uniti”.
Vogliamo ringraziare la nostra tutor,la professoressa Annamaria Olivo, la professoressa Rosamaria Sacco docente di supporto e il team ASOC per i significativi suggerimenti che ci hanno dato in questa nostra prima esperienza di alternanza scuola- lavoro, vissuta anche durante la pandemia.
Le interazioni e il confronto con i compagni di classe, docenti e partner di lavoro non sempre sono stati facili, ma raccogliendo informazioni via web e grazie all’ intervista on line dell’’ex Assessore al turismo “Antonino De Lorenzo” del Comune di Praia a Mare, abbiamo trovato le risposte alle nostre domande. 
La seconda fase del progetto non si è realizzata per le lungaggini amministrative che hanno portato al blocco dello stesso e le opere realizzate con i fondi stanziati, non sono state vantaggiose in termine di comunicazione e promozione. Inoltre la parte operativa non era finanziata, quindi non c'erano risorse da investire.
 

Pitch 3: 

Questo progetto aveva tutti i presupposti per rendere più visibili e fruibili al visitatore, le risorse naturali e culturali della Riviera dei Cedri. 
Pertanto una delle nostre proposte per continuare il progetto è di migliorare la funzionalità dei dispositivi già installati, coinvolgendo tutti gli enti che operano nel territorio la Regione, i Comuni dell’Alto Tirreno Cosentino e le associazioni, le imprese ricettive e le scuole, perché insieme saremo protagonisti e artefici di un processo di crescita e valorizzazione.
"Fare rete" è la prima grande soluzione! Per un turismo che sfrutta pienamente il mercato e quindi le esigenze di una società in continua evoluzione.
Riqualifichiamo i centri storici che possono offrire anche ai turisti una ulteriore opportunità di svago ed intrattenimento in un ambiente ricco di storia e tradizioni culturali, gastronomiche, artigianali e commerciali;
Difendiamo il territorio collinare e la montagna, creando imprese di qualità, che si dedicano alla produzione senza rinunciare alla tipicità dei prodotti, 
Offriamo, ai nostri ospiti servizi multifunzionali, ambienti virtuali e sistemi informativi efficaci.