Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Pitch

Titolo del Pitch: 
IL MISTERO DEL CALORE DI ENTALPHOS
Immagine ASOC Wall: 
Pitch 1: 

La misteriosa ricerca delle scelte politiche legate alla tutela ambientale e alla buona prassi delle energie rinnovabili presenti nel territorio Garganico. La nostra esperienza con ASOC1920 è legata proprio al desiderio di capire i motivi della scarsa presenza di Entalphos, un nome derivato dal greco di “entalpia” che indica la “quantità di calore dentro”. Il suo mistero è diventato l’entusiasmante obiettivo della ricerca del green team del liceo “A.G.Roncalli” di Manfredonia. Dal portale Open Coesione, infatti, abbiamo scelto di monitorare il finanziamento utilizzato dall’Ente Parco nazionale del Gargano (Puglia) per convertire la climatizzazione della sua sede mediante energia pulita. Un impianto geotermico elio assistito, cioè energia a zero CO2. Qui Entalphos è di casa, ma non altrove!

Pitch 2: 

Ci siamo dati un logo, divisi in gruppi di lavoro, circoscritto la “storia” in un CANVAS e riportato su un ASOC WALL la programmazione dei vari step. I grafici desunti dalla caccia agli open data, poi, ci raccontano non solo la storia amministrativa dei finanziamenti, ma anche la buona qualità dell’aria nel territorio grazie alla rilevazione dalle cinque centraline dell’ARPA Puglia e degli indicatori ISTAT. Inoltre il raffronto in chat live con i tecnici dell’ente Parco ci ha permesso di verificare l’ottima funzionalità ecologica dell’impianto. La settimana dell’amministrazione aperta, poi, ha fatto emergere un territorio attento alle rinnovabili dell’eolico e del fotovoltaico, ma non alla geotermia. I motivi sono: l’elevato costo e manutenzione degli impianti, la poca conoscenza di Entalphos

Pitch 3: 

“L’impianto della sede del Parco -ha dichiarato  il neo presidente Pasquale Pazienza- può essere considerato una buona pratica da far conoscere nel territorio, al fine di sensibilizzare altri soggetti a fare altrettanto per migliorare la qualità dell’aria”. In queste parole il greenteam ha voluto individuare alcune proposte che ha condiviso nella videochat conclusiva con gli enti interpellati. In un certo senso, il mistero che circonda il buon calore di Entalphos può essere dissolto se:  si utilizzano i media per la corretta divulgazione degli impianti geotermici elioassistiti; si chiede agli enti pubblici di avviare una progettazione finalizzata ad attrarre i  finanziamenti europei per l’energia rinnovabile; si trovano i soggetti preposti alla conversione green già a partire dalle scuole