Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Pitch

Titolo del Pitch: 
PIANO EXPORT SUD 2 UN VOLANO PER LE ESPORTAZIONI MOLISANE
Immagine ASOC Wall: 
Pitch 1: 

Il progetto individuato è il Piano Export Sud 2, PES 2. Con una dotazione finanziaria pari a 50.000.000,00 euro a valere sul PON Imprese e Competitività 2014-2020 FESR Asse III, Azione 3.4.1, prevede interventi di formazione e di promozione destinati alle MPMI, in continuità con quanto già realizzato con il precedente Piano Export Sud. Ambito territoriale di intervento del Regioni meridionali Calabria, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia e quelle in transizione: Abruzzo, Sardegna e Molise-. La scelta del progetto è stata naturale ed assolutamente in linea con il percorso scolastico che abbiamo intrapreso. Il lavoro di analisi ci ha consentito di trovare diversi dati da fonti primarie e secondarie attraverso cui verificare lo stato di avanzamento del progetto e l’impatto generato.

Il progetto preso in esame è ampio e strutturato e presenta molti punti di forza: la vasta area interessata, la permanenza nel tempo (terza annualità), l’approccio economico multisettoriale, l’ampiezza dei mercati a cui si rivolge. Trasformare le aziende potenzialmente esportatrici in esportatori abituali e incrementare la quota di export ascrivibile alle Regioni destinatarie non è un risultato da poco, specie per il Molise.

Il progetto prevede diverse attività promozionali, tutte organizzate dall’ICE – Istituto per il Commercio Estero – che in collaborazione con le sedi territoriali di Confindustria propone varie iniziative alle imprese di tutti i settori merceologici. Oltre alla partecipazione ad un numero selezionato di fiere che si svolgono in tutto il mondo, sono previsti anche incontri diretti tra imprese nazionali e internazionali che cercano di ampliare i loro mercati di sbocco.

Abbiamo scelto di monitorare questo progetto in quanto aderente al nostro indirizzo di studi. Le fasi iniziali hanno segnato qualche difficoltà organizzativa per l’alternarsi dei docenti tutor.

Grazie all’intervento della dott.ssa Carmela Basile, siamo infinite riusciti ad organizzare un gruppo di lavoro e a stabilire i diversi ruoli all’interno del team.

In una prima fase abbiamo effettuato ricerche on line:

  • Consultando i contenuti pubblicati on line sia dal sito ufficiale della Regione Molise, sia attraverso i media;
  • Consultando gli open data messi a disposizione da Opencoesione
  • Consultando le statistiche pubblicate dalla Banca d’Italia relative all’economia molisana.

 

A questa prima fase sarebbe dovuta seguire una seconda fase da svolgersi intervistando il dott. Tocci  responsabile del Servizio Competitività dei Sistemi Produttivi per la Regione Molise.

L’ “emergenza coronavirus” ci ha impedito di organizzare l’incontro. E’ quindi venuta a mancare la fase di riscontro dei risultati delle nostre ricerche.

Pitch 2: 

Analizzando i dati della Regione Molise, abbiamo scoperto che, con  una tendenza positiva in crescita dal 2010, le esportazioni del Molise si attestano su livelli superiori alla media nazionale (immagine jpeg chart)

La quota del valore delle esportazioni in settori a domanda mondiale dinamica sul totale delle esportazioni, dopo una rilevante flessione negli anni 2000-2005, ha registrato un trend positivo che ha spinto le esportazioni del Molise fino alla soglia del 75% circa sul totale nazionale.

Il valore delle merci sul totale del PIL  dopo aver toccato la percentuale massima dell’8% tra il 2015 e il 2016 ha segnato una flessione nel 2017; i dati degli ultimi due anni non sono disponibili. Questo dato può essere spiegato da una riduzione del valore delle merci esportate che incide sul valore aggiunto complessivo dell’impresa

Il Piano, a regime, dovrebbe aumentare sensibilmente  la curva della domanda delle esportazioni e favorirà la crescita di nuove imprese, contrastando la povertà del territorio, avrà ricadute positive, ad esempio, sul turismo e sull’occupazione

Pitch 3: 

La partecipazione ad ASOC ha creato tutti i presupposti per poter  proseguire con il nostro lavoro di monitoraggio civico, potenziando la nostra capacità di decodificare ed utilizzare dati ed informazioni, creando attorno alla nostra Scuola una rete di Istituzioni, esperti e referenti di progetto, affinando la nostra capacità di lavorare insieme. Ecco cosa faremo: video call con esperti e responsabili del progetto (ottobre 2020 e maggio 2021); presentazione degli esiti dei nuovi monitoraggi in eventi locali, anche legati ad ASOC2021, sui local media e sui social media; partecipazione attiva agli Openday del nostro Istituto; inserimento dei nostri video nella sezione del sito web della scuola LEZIONI IN AZIONE. Ci piacerebbe organizzare un confronto con team di altri Paesi europei.

Inoltre, sebbene il progetto sia giunto alla sua terza annualità, è stato effettuato solo il 14% dei pagamenti. Questo dato sicuramente non è di segno positivo perché fa pensare che non vi sia una forte partecipazione da parte di imprese potenzialmente esportatrici. Il dato è sicuramente da approfondire mediante ricerche e interviste presso la Regione Molise.

 

A causa dell'emergenza COVID-19 non ci è stato possibile effettuare ricerche sul campo. Le nostre uniche indagini hanno come fonte i dati rilevati sul sito di Opencoesione e nel web, soprattutto nelle news locali.

Nelle Regioni in transizione, tra cui il Molise, si rileva che il 97% delle imprese ha ricevuto sostegno finanziario e un numero di imprese ben più elevato di quanto programmato ha ricevuto sostegni non finanziari. I pagamenti sono fermi al 14%.

 

Il progetto sembra aver avuto un grande successo tra le PMI che costituiscono il tessuto economico della nostra Regione date anche le numerose richieste di consulenza; considerato che il progetto è partito nel settembre 2017 e che ha come data di scadenza prevista il 31/12/2020, appaiono esigui i pagamenti effettuati sino ad oggi, solo il 14% (fonte sito Opencoesione). Purtroppo non abbiamo potuto intervistare i dirigenti che si occupano della gestione delle risorse per avere maggiori chiarimenti.

 

 

Il progetto sicuramente può agire da volano per lo sviluppo internazionale delle imprese locali; il tessuto economico della nostra Regione, è formato in prevalenza da PMI che spesso non dispongono del necessario know how per l'apertura ai mercati esteri. Quindi crediamo che questo progetto  possa rappresentare un fattore di leva per la nostra economia non solo da un punto di vista economico ma anche culturale inteso proprio come insieme di skills e di conoscenze necessarie per rafforzare l’attività di export.

L'emergenza COVID -2 si aggiunge ai tradizionali rischi di mercato, di controparte, di oscillazione dei prezzi e questo potrebbe scoraggiare le imprese nel percorso intrapreso verso l'internazionalizzazione

Riteniamo che l'intervento PSD 2 possa migliorare andando a ridurre i tempi di erogazione delle risorse, offrendo consulenza alle imprese che vogliono accedere al finanziamento; divulgando maggiormente l'opportunità