Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

L'essenza della società del futuro

Blogger

Noi della 2 Q del Liceo Scientifico ‘’Carlo Pisacane’’ di Padula siamo pronti ad  impegnarci in questa intrigante ed avvincente sfida, con lo scopo di perseguire al meglio i nostri obiettivi alla ricerca di nuovi orizzonti da esplorare. La nostra indagine ha per oggetto la Certosa di San Lorenzo ubicata a Padula, in provincia di Salerno, nell’incantevole territorio del Vallo di Diano. Il nostro primo compito è stato quello di scegliere il nome del nostro team  tenendo ben chiari i nostri obiettivi e le nostre idee. Siamo ragazzi e ragazze incuriositi dal futuro, puntiamo a portare innovazione nel nostro territorio, ma allo stesso tempo rimaniamo fedeli alla nostra identità storica, ed è per questo che abbiamo scelto come nome del nostro team ‘’I Certosini’’. Esso vuole omaggiare chi ha reso la nostra Certosa un’opera unica, maestosa ed imponente ovvero i monaci certosini, ordine religioso eremitico fondato nel 1084 da San Brunone di Colonia. I Certosini si stabilirono a Padula intorno al 1280 per volere degli Angioini e ne restarono fino al 1807. Quando lasciarono Padula, la maggior parte del loro grande patrimonio artistico e librario andò quasi interamente disperso anche a causa delle due guerre mondiali che hanno utilizzato l’edificio sia come luogo di prigionia sia come campo di concentramento. L’idea del nostro logo nasce dal desiderio di voler dare alla Certosa l’importanza che merita e che alcune volte, nel corso degli anni, purtroppo non ha avuto. Nel logo sono presenti due mani che custodiscono e avvolgono una sfera al cui interno è inserita la facciata del monumento patrimonio Unesco. A queste due mani abbiamo deciso di dare molteplici significati. Il primo è quello di focalizzare l’attenzione sulla Certosa. Il secondo significato è molto più profondo poiché, per noi, quelle mani hanno anche un significato di protezione e, infatti, oltre a valorizzare il nostro territorio vogliamo anche proteggerlo. Siamo fieri del nostro immenso patrimonio artistico culturale e siamo pronti a difenderlo e a valorizzarlo in tutti i modi.

Storyteller

Quando i nostri docenti ci hanno illustrato come navigare sul portale di Open Coesione per scegliere il progetto da monitorare, abbiamo deciso, di comune accordo, di puntare sul tema del turismo che è per noi è di estrema importanza. Il motivo principale per cui abbiamo scelto questo progetto consiste nel voler salvaguardare, proteggere e far rinascere il nostro territorio che per anni è stato sottovalutato e sfruttato. Durante il primo incontro abbiamo innanzitutto attribuito ai vari membri del team i ruoli previsti da ASOC in modo da ripartirci il lavoro e valorizzare i punti di forza di ognuno di noi. In questa prima fase ci siamo fatti portatori di sentimenti e di pensieri omogenei all’interno del gruppo sociale della nostra piccola realtà territoriale. Ogni giorno, recandoci a scuola con l'autobus, potevamo ammirare sullo sfondo la bellezza dell’imponente Certosa di San Lorenzo, che per noi cittadini di questo piccolo ma importante territorio è motivo di vanto e soprattutto di orgoglio. Tuttavia, abbassando lo sguardo, ci capitava di concentrare l’attenzione sull’ambiente circostante, pieno dei rifiuti prodotti dall’inciviltà della società e di cantieri di restauro bloccati ormai da un’eternità. Allora ci siamo chiesti: è veramente questo il mondo che vogliamo? Per questo motivo abbiamo deciso di partecipare alla corrente edizione di ASOC, pronti a portare avanti le nostre idee con tenacia e dedizione.

Analista e Coder

I nostri analisti hanno iniziato a ricercare dati e notizie sulla Certosa di San Lorenzo da integrare con quelli presenti sul portale di Open Coesione. Nella fase iniziale di data expedition si è proceduto con la raccolta dei dati aperti attraverso l’utilizzo di software come Excel e Openrefine; il dataset è stato poi strutturato attraverso una fase di scraping. Trovati i dati e appurata la qualità e la loro usabilità, si è passati alla loro elaborazione. Il progetto monitorato è "IL GRANDE ATTRATTORE CULTURALE "CERTOSA DI SAN LORENZO", progetto che rientra nel Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (programmazione 2007-2013). Il soggetto programmatore è la Regione Campania; attuatore e beneficiario è il comune di Padula (Sa). Obiettivo generale del QSN è valorizzare le risorse naturali, culturali e paesaggistiche locali, trasformandole in vantaggio competitivo per aumentare l'attrattività, anche turistica, del territorio, migliorare la qualità della vita dei residenti e promuovere nuove forme di sviluppo economico sostenibile. Il progetto prevede il recupero e la riqualificazione ambientale, paesaggistica e infrastrutturale delle aree circostanti il monumento. I dati rinvenuti nel nostro processo di ricerca, verranno diffusi attraverso i canali social (Facebook, Twitter, Instagram) e attraverso un blog di nuova creazione quotidianamente aggiornato da noi studenti.