Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

In Sicilia ''i treni'' son desideri

Ahh, il treno… che mezzo romantico! Chi non adora il suono delle rotaie, sfrecciare sui binari, immergersi nei propri pensieri osservando lo scorrere del paesaggio sotto gli occhi? Nessuno?! Beh, persino i meno sentimentali tra i lettori concorderanno – quantomeno – sulla sua importanza pragmatica: consente rapidi spostamenti da una città all’altra, può rivelarsi un ottimo incentivo per il turismo e figura anche tra i veicoli meno inquinanti; per chi è abbonato, poi, è parecchio conveniente usufruirne regolarmente. Insomma, un’utile marcia in più per ogni territorio, tant’è che tutte le grandi città del Nord Italia (ma non solo) sono dotate di linee efficienti. 

Sfortunatamente non si può proprio dire lo stesso del Sud, e della Sicilia nello specifico. Qui molte tratte sono dismesse da anni, altre non sono competitive, altre ancora poco efficienti per i più svariati motivi; sembrano davvero abbandonate a sé stesse ed un esempio lampante è la Palermo-Trapani via Milo. Storico collegamento risalente al 1881, nel 2013 fu interrotto per via di una frana; se prima necessitava già di un ammodernamento e di un’efficace messa in sicurezza, da allora è totalmente inutilizzabile e l’unico intervento concreto da parte delle istituzioni è stata la sostituzione dei treni con autoservizi ritenuti dagli stessi pendolari “assolutamente scadenti”. Fortunatamente a occuparsene oggi c’è il nostro team: Via col Treno 2.0; Diciassette studenti intraprendenti, frequentanti la IV L del Liceo Scientifico ‘’V.Fardella-L.Ximenes’’,pronti ad investigare, sollecitare e – perché no? – finalmente a risolvere un problema che da tanto, troppo tempo contribuisce a ostacolare il pieno sviluppo del nostro territorio.

Cosa ci ha portato ad interessarcene?  
Dopo un’attenta e meticolosa spiegazione da parte dei nostri docenti in merito al funzionamento delle politiche di coesione, ci siamo messi alla ricerca di progetti da monitorare. All’inizio eravamo abbastanza indecisi, poi, navigando su www.opencoesione.gov.it... Perdindirindina! Ci siamo imbattuti in questo progetto così tralasciato. Perplessi dalla situazione ma volenterosi di rimediare e consapevoli di come sia tutt’altro che un caso isolato, abbiamo preso subito la palla al balzo o meglio, siamo saliti in carrozza! Tempestivamente abbiamo formato un team e ci siamo così divisi i ruoli: 

  • Project manager/ Head of research: Francesco Pace, Rosalba Criscenti, Silvia Castiglione. 
  • Analisti: Gioele Tammaro, Sabrina Gucciardo. 
  • Designer: Giulia Fanzone, Manuela Oddo, Milena Armata, Sabrina Donato. 
  • Social media manager: Flavio Anastasi, Giovanni Silvestro, Leonardo Ferro. 
  • Storyteller: Vincenzo Mango. 
  • Blogger: Elena Barbara, Marta Valenti. 
  • Coder: Alessia Cardillo, Davide Firrera. 

Il passo successivo è stato quello di scegliere un nome. Sono state avanzate diverse proposte ma nessuna sembrava rappresentare al meglio lo spirito del gruppo; poi il lampo di genio: Via col Treno. Oltre a farci fare sul momento una sonora risata, il riferimento al grande colossal del 1939 si prestava pienamente a comunicare la passione che ci ha spinto in questo viaggio. Su consiglio dei nostri tutor abbiamo poi aggiunto un “2.0”, ad indicare la rinascita della linea ferroviaria. Ed è anche quello che hanno voluto trasmettere i nostri designer nel realizzare il logo: un treno moderno e sfrecciante, che corre per la Sicilia ardente di passione. 

Ma adesso, bando alle ciance! Abbiamo molto da fare. Chissà se non riusciremo davvero nel nostro intento? Oggi la situazione non sembra vicina ad una risoluzione, domani chi lo sa? In fondo, domani è un altro giorno!