Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

IL PROGETTO, IL TEAM E IL LOGO
Il porticciolo di San Domino (di Andrea Vaira)

Esaminando il sito di open coesione, ci siamo accorti che i progetti di nostro interesse ricadenti sul territorio di Termoli, la cittadina in cui ha sede la nostra scuola, erano stati già oggetto di monitoraggio civico nelle edizioni precedenti del progetto di “A scuola di open coesione”. Conseguentemente, dovendo scegliere un'altra zona, abbiamo optato per le isole Tremiti che, pur appartenendo amministrativamente alla regione Puglia, hanno da sempre avuto un forte legame con la città di Termoli, tanto che molti Tremitesi, nel periodo invernale risiedono a Termoli e i loro figli frequentano le scuole locali, mentre, in estate, molti Termolesi svolgono a Tremiti le loro attività legate al turismo. Un'altra ragione che ci ha spinti a scegliere le isole Tremiti è legata al fatto che la nostra scuola è un istituto nautico, i cui studenti, sia molisani che pugliesi, spesso in estate trovano impiego nell'arcipelago adriatico, che, oltre ad essere una meta turistica, è anche una riserva naturale marina. Inoltre, la scuola possiede una motovedetta su cui il prossimo anno, covid-19 permettendo, potremo svolgere attività di PCTO proprio sulla tratta Termoli-Tremiti, e, quindi, la maggiore sicurezza del porto di San Domino ci coinvolge personalmente. Infine, una dei docenti che ci seguiranno in questo progetto è tremitese e in questa veste avrà modo di aiutarci ad instaurare rapporti collaborativi con le figure collegate al progetto.

Una volta scelto l'oggetto del nostro monitoraggio civico, il gruppo di lavoro, formato da 25 studenti delle classi 3A Capitani e 3B Macchinisti, ha riflettuto sul nome da dare al team e la proposta migliore ci è sembrata “Diomedee Baywatch” per due motivi: il primo risiede nel fatto che l'altro nome con cui le isole Tremiti vengono chiamate è, appunto, isole Diomedee, perché, una leggenda racconta che esse siano nate per mano di Diomede, quando egli gettò in mare tre giganteschi massi portati con sé da Troia e misteriosamente riemersi sotto forma di isole; il secondo motivo si ricollega all'attività di monitoraggio civico che andremo a svolgere e quindi saremo gli osservatori attenti della “baia” di San Domino. Il logo realizzato dal designer racchiude tutti i sopra descritti elementi: le isole, il mare, le diomedee in volo a controllare il territorio. Queste ultime sono gli uccelli marini che popolano le falesie e le scogliere dell'arcipelago.

Ritornando al progetto, il team ne ha definito quindi gli obiettivi che sono:

  1. comprendere meglio i motivi che hanno indotto l'amministrazione a richiedere la progettazione dell'opera, i benefici che tale opera porterà e anche chi ne beneficerà
  2. comprendere chi sono le autorità competenti a verificare che i lavori siano compatibili con la riserva naturale marina e non la danneggino in alcun modo
  3. comprendere i flussi economici legati al progetto

Relativamente ai soggetti che potranno essere interessati ai risultati della ricerca, riteniamo che possano essere tutti coloro che hanno interessi economici sulle isole, ma anche gli ambientalisti, la gente comune e la nostra comunità scolastica.

Per quanto riguarda i dati e le informazioni di contesto, abbiamo esplorato il sito di “Open Coesione”, ma anche quello istituzionale del comune di Tremiti, nello specifico la sezione “Amministrazione Trasparente”, a cui siamo arrivati tramite le indicazioni di un impiegato dell'amministrazione che, contattato telefonicamente, ci ha dato le indicazioni spiegandoci che poteva farlo perché, appunto, erano dati accessibili a tutti, cioè “open data”, una definizione che prima di questo progetto non conoscevamo.

A questo punto è necessario specificare che tutto il lavoro sopra descritto è stato fatto in classe virtuale, con incontri pomeridiani, poiché, purtroppo, da fine ottobre le lezioni sono a distanza.

L'ultima precisazione riguarda le foto che pubblichiamo, esse ci sono state fornite dal sig. Andrea Vaira che è un abitante delle Isole Tremiti e che per ora sarà il nostro inviato, dal momento che il covid-19 ci impedisce di recarci di persona sull'arcipelago.