Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca di dati e informazioni

Il Museo Archeologico Terra dei Messapi: un'altra occasione sprecata?

Punto di partenza è l'indagine sui lavori di recupero e consolidamento dell'ex convento degli agostiniani sito a Manduria in Corso XX Settembre. La costruzione risalente agli inizi del 1600 versava in stato di abbandono. I lavori hanno permesso il recupero del Convento ricco di particolari artistici di rilievo. Il progetto finnaziato con fondi FESR ha consentito l'allestimento nelle numerose sale di una mostra ricca di reperti archeologici recuperati nelle vaste necropoli che si sviluppavano al di fuori delle mura di fortificazione del centro messapico di Manduria. I reperti esposti offrono preziosa documentazione sia dei rituali funerari tra il VI  e il III secolo a. C., sia di vari aspetti della società messapica.

La scelta di indagare su questo finanziamento individuato con il codice CUP: I82I07000090002 e con un costo pubblico di 669.914,97 euro è dovuta alla inaccessibilità della struttura. Il museo fu infatti inaugurato nel 2017 e dopo alcuni giorni fu chiuso. 

La sua inaccessibilità è apparsa per molti di noi  inspiegabile e ha prodotto, nella discussione svolta in classe, sentimenti di sfiducia nella pubblica amministrazione per come vengono utilizzate le risorse finanziarie pubbliche.

Ci siamo quindi prefissati un obiettivo ambizioso: capire i motivi che hanno prodotto questo inutilizzo ed esercitare grazie all'opportunità che ci offre il progetto ASOC di una “moral suasion” nei confronti della classe amministrativa locale affinchè si riescano a superare le cause ostative alla apertura.