Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca di dati e informazioni

Le politiche di coesione alimentano il patrimonio artistico e la cultura.

1. Il progetto di ricerca che interessa il team NOIR nell'ambito Cultura e Turismo è "Storia e Storie del Castello Baronale"  di Acerra, Comune della  provincia di Napoli. La scelta non è stata facile visto i tanti dati relativi alle politiche di coesione. Gli studenti hanno attivato un gran dibattito sui vari progetti individuati, per raggiungere un'intesa dettata dalla passione per l'arte e l'attrazione per il turismo.

L’obiettivo di NOIR è  la divulgazione di opere culturali ai fini turistici, quindi ben vengano i progetti finanziati con i fondi strutturali che si occupano di cultura e che riescono a rimettere in moto il turismo.

Le politiche di coesione sociale, attivate dalla Istituzioni, si occupano delle esigenze di un territorio e delle risorse pubbliche che vengono impegnate e spese affinché tutti i cittadini possano fruire di  infrastrutture, servizi, cultura e turismo in modo da realizzare un ’armonia dei territori. Le politiche di coesione si inseriscono nelle politiche ordinarie con l’obiettivo di valorizzare le specificità dei luoghi.

L’Unione Europea si impegna in maniera molto rilevante per le politiche di coesione, mette a disposizione circa un terzo del proprio bilancio per tali politiche tramite i cosiddetti Fondi Strutturali.

Anche per il periodo 2014-2020 il bilancio dell’Unione Europea mette a disposizione dei vari Paesi un importo di circa 350 miliardi di euro per la coesione, all’Italia spettano circa 33 miliardi, che si aggiungono ai precedenti e potranno essere utilizzati non appena questo nuovo ciclo di programmazione sarà pienamente attivo,  fino al 2023.

2.Comincia l'avventura

Gli studenti cominciano a navigare sul  portale web Open Coesione (che significa, appunto, apertura sulle politiche di coesione) fornisce una buona parte delle informazioni disponibili negli archivi delle amministrazioni che finanziano e programmano le politiche di coesione e consente di  navigare per conoscere i  fondi  strutturali e come vengono investiti, con quali progetti, da chi e dove. 

Le professoresse orientano i ragazzi nel ricercare e scegliere una tematica che incontri la piena condivisione  del gruppo classe. Si accende un vivace dibattito sui  settori più interessanti  relativi all’ambiente, alla legalità, alle infrastrutture territoriali, alla cultura e turismo ecc. Inizialmente la scelta diventa difficile, quindi il team fa una prima selezione relativa all'ambito, focalizzando l'attenzione su cultura e turismo.

Il tema scelto rappresenta un bisogno delle realtà periferiche  che intendono avere una maggiore visibilità,  ampliare l’indotto economico attraverso il turismo. I Noir si prefiggono di diffondere la bellezza del patrimonio storico e artistico, per valorizzare una piccola città e i loro cittadini.

I Noir  si attivano per diventare cittadini partecipanti attraverso l'acquisizione di competenze nel  ricercare, esplorare i nuovi settori  degli open data, data Journalism, grazie ai quali possono  analizzare,  ricostruire,  rappresentare dati in modo creativo per arrivare ad una maggiore comprensione delle politiche di coesione e del rapporto con il territorio, attivando forme di partecipazione con il team di ASOC e  altre strutture quali Europe Direct e le  Associazioni.

La ricerca è complessa ma i Noir sono pronti ad affrontare il percorso con entusiamo e ricercare altri dati secondari esplorando il territorio, incontrando istituzioni  e cittadini. Navigando alla ricerca di altri siti o giornali online per scoprire tutto ciò che  riguarda il Castello di Acerra e i musei aperti al pubblico. In particolare programmano di incontrare gli assessori alla cultura e turismo e il Sindaco di Acerra.

Il progetto  prevede una struttura  in 4 Step, ciascuno con home - work e scalette di compiti da realizzare. Il metodo da utilizzare è quello della ricerca sul campo a partire dall' osservazione oggettiva, raccolta e analisi di dati che verranno ordinati, selezionati, rappresentati e  divulgati. 

3. I Noir fanno luce sulle politiche di coesione.

Il nome scelto dal team "Noir" e il logo, rappresentato da caratteri grafici stilizzati e da una lente di ingrandimento, vuole investigare su tutto ciò che può apparire oscuro per chiarire ai cittadini l'impegno reale che il Comune manifesta verso il patrimonio storico della città e la sinergia con le altre Istituzioni come Regione, Stato e UE che, grazie alle politiche di coesione, possono trasformare le piccole città rendendole a misura d'uomo. Infine l'obiettivo di Noir  è il coinvolgimento dei cittadini  attraverso i canali sociali nella riscoperta di opere artistiche e culturali cha possano sviluppare il turismo, amplinado l'indotto economico e la conoscenza tra popoli.