Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

PROPULSIONE VERSO IL FUTURO

Il team LVTierS, classe 4G dell’IIS “Da Vinci-Pascoli” di Gallarate (VA), ha deciso di aderire alla proposta delle docenti di storia e filosofia, fisica e matematica e inglese di partecipare al progetto OpenCoesione. Il nostro liceo è impegnato da tempo in progetti di cittadinanza europea volti a far conoscere l’Unione Europea, il funzionamento delle sue istituzioni, i suoi principali problemi e a sviluppare una nostra prospettiva sulle possibili soluzioni. La nostra stessa classe sta lavorando al progetto eTwinning, Assessing European Democracy, insieme a una scuola spagnola, con il focus sulla partecipazione democratica, in particolare quella giovanile. Quale migliore occasione di partecipazione se non quella di metterci in gioco con il monitoraggio civico di A scuola di open coesione? Abbiamo sentito il desiderio di attivarci e di formarci, per essere cittadini più consapevoli e informati. Accogliendo la sfida lanciata dal team ASOC ci aspettiamo di acquisire o sviluppare competenze digitali, statistiche, di educazione civica e di data journalism e di migliorare le numerose competenze trasversali che sono richieste dal progetto.

Attraverso le lezioni della docente referente e i materiali presenti sul sito ASOC abbiamo avuto un primo approccio alle politiche di coesione. In un successivo incontro denso e coinvolgente, la Dott.ssa Sabrina Gasperini, di Edic Lombardia, ci ha mostrato, anche attraverso l’esplorazione del portale Opencoesione, le finalità e il funzionamento dei Fondi strutturali.

Ci siamo quindi organizzati in gruppi per definire l’oggetto della nostra ricerca. I gruppi hanno indirizzato l’attenzione su progetti diversi ma, abbiamo scoperto, tutti relativi al tema Ricerca e Innovazione. La scelta è infine ricaduta sul progetto denominato PROPULSIONE E SISTEMI IBRIDI PER VELIVOLI AD ALA FISSA E ROTANTE, intervento attivato dal MIUR (Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca) che ha come beneficiario Leonardo spa. Il finanziamento stanziato dall’Unione Europea, nell’ambito dei Fondi strutturali di sviluppo regionale, programma 2014-2020, PON FESR FSE RICERCA E INNOVAZIONE, ha il fine di promuovere la ricerca e l’innovazione nel campo della ingegneria aeronautica mondiale; l'intervento si sviluppa nei territori di Brindisi, Pomigliano d’Arco, Samarate, Varese e Torino.

Leonardo spa, un’azienda leader nel settore Aerospazio, Difesa e Sicurezza, con i suoi prodotti e servizi copre molteplici scenari d’intervento, aereo, terrestre, navale, spazio e cyberspazio; investe in tecnologie per i mercati militari e civili, sviluppando sistemi duali e multifunzionali.

L’obiettivo della nostra indagine è quello di rilevare e, possibilmente, valutare l’impatto del progetto finanziato sullo sviluppo del territorio, le possibilità e la qualità dell’occupazione.

Come si è detto, il nostro Team LVTierS ha selezionato il progetto di Leonardo S.p.a PROPULSIONE E SISTEMI IBRIDI PER VELIVOLI AD ALA FISSA E ROTANTE per monitorare le spese pubbliche finanziate da fondi strutturali europei PON, FESR, FSE per la ricerca e l’innovazione. Leonardo S.p.a è, infatti, un’azienda cardine nel settore dell’innovazione nel nostro territorio Lombardo e in particolare in quello di Varese-Milano; a Vergiate e a Samarate sono dislocati due importanti centri di lavoro e amministrazione. Leonardo S.p.a è inoltre un’azienda significativa sia su scala nazionale che globale: sono più di 29 mila i dipendenti che svolgono la loro attività lavorativa in Italia, circa 7 mila nel Regno Unito, 6520 negli USA, 2622 in Polonia e 1090 in altri 146 Paesi. Tra i dipendenti l’8% ha meno di 30 anni, il 53% tra 30 e 50 anni e il 39% ha più di 50 anni. E’ dunque un’azienda che impiega alte professionalità. L’impatto di Leonardo S.p.a sull’economia del territorio è notevole; con oltre 4000 fornitori, 4700 occupati indiretti e 3,7 mld di euro di acquisto da fornitori italiani risulta un’azienda significativa sia sull’economia regionale che su quella nazionale. Il numero di addetti è significativo in Lombardia, Lazio, Campania, Piemonte, Puglia, Liguria e Toscana.

Secondo i dati Istat risalenti al 2016 in Lombardia le spese sostenute dalle imprese per l’innovazione tecnologica sono di 7,9 miliardi di euro correnti. Inoltre la spesa pubblica in Lombardia per la ricerca e lo sviluppo, risalente al 2017, è di 4,9 miliardi di euro. Negli ultimi anni gli addetti in Lombardia per la ricerca e lo sviluppo sono aumentati. La spesa totale per R&S in percentuale (Lombardia) sul PIL (a prezzi correnti) è dell’1,28%. Gli ultimi dati, del 2017, per ogni 1000 abitanti 6,5 sono addetti a tempo pieno nel settore Ricerca e Sviluppo, in particolare gli addetti delle imprese sono 47853. Leonardo S.p.a è la prima azienda italiana manufatturiera per investimenti in Sviluppo e Ricerca.

L'alta professionalità dimostrata negli anni dalla Leonardo S.p.a ha inevitabilmente portato l'azienda ad identificarsi come una dei leader del settore, grazie allo sviluppo e alla gestione di prodotti, sistemi, servizi e soluzioni integrate destinate a soddisfare i bisogni di differenti categorie di cittadini, dalle piccole medie imprese al governo e alle istituzioni.

Una volta scelto il progetto la classe si è divisa in vari gruppi ognuno dei quali con uno specifico compito. La Project manager, insieme al Head of research ha stabilito un piano di lavoro con scadenze per la consegna dei contenuti elaborati dal resto del team. Il coder ha studiato la “Guida breve agli Open Data” in preparazione alla Lezione. I social media manager hanno creato l’account Google e i vari profili social. Gli storyteller hanno scritto il racconto della lezione, le tappe seguite, le parole chiave significative della ricerca scelta. Inoltre gli analisti e i coder insieme hanno scritto quali dati e informazioni aggiuntive sono state trovate e come possono essere utili alla ricerca. Gli analisti e l’Head of research insieme hanno organizzato il Dossier di Ricerca sullo spazio di Google Drive. I blogger a partire da quanto deciso in classe, hanno scritto un post che riassumono le decisioni prese, contestualizzando la ricerca. I designer hanno elaborato un logo rappresentativo del progetto scelto per la ricerca. Successivamente la classe si è adoperata nella compilazione del Canvas di progetto che servirà da guida durante tutto il percorso.

Il logo, che abbiamo creato, rappresenta un eroe collettivo vigile e attento (allegoria dell’attività di monitoraggio che ci apprestiamo a svolgere) che osserva la città di Gallarate, in particolare la piazza della Basilica, garantendo la serena convivenza della sua cittadinanza.

Insomma, è una sfida ardua che noi, team LVTierS, intendiamo affrontare con tenacia, sorretti da un forte senso di appartenenza: il nome LVTierS, infatti, contiene la sigla stessa della nostra scuola, i “Licei Viale dei Tigli, Leonardo da Vinci - Giovanni Pascoli”, mentre la S maiuscola finale rimanderebbe agli obiettivi e agli elevati livelli di competenza che puntiamo a raggiungere al termine di questo percorso.