Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

Se la Villa volete ristrutturar, tanto lavoro dovete far!

Abbiamo scelto questo progetto perché è un luogo all’aperto e per la pandemia è meglio evitare luoghi al chiuso e perché è una villa molto importante per la nostra città. Per noi sarà una bella esperienza dato che i Medici sono stati una delle famiglie più importanti di Firenze.

Il luogo che andremo a visitare si trova nella zona collinare di Castello a Firenze ed è famosa soprattutto per i magnifici giardini. Oggi la villa è chiamata anche Villa Reale.

La villa, che già esisteva nel XIV secolo, fu acquistata alla famiglia Della Stufa verso il 1477,

da Lorenzo e Giovanni di Pierfrancesco de’ Medici, appartenenti al ramo "popolano" della famiglia.

Alla morte di Giovanni di Pierfrancesco la Villa fu ereditata dalla vedova e dal figlio Giovanni delle Bande Nere che vi risiedette con la moglie Maria Salviati (figlia di Lucrezia de' Medici che era figlia di Lorenzo il Magnifico) e il figlio Cosimo.

LA STORIA

Il museo può definirsi un prototipo del giardino all’italiana cinquecentesco. Venne realizzato a partire dal 1537 per volontà di Cosimo I dei Medici subito dopo la sua ascesa al potere, un complessivo programma di rinnovamento e abbellimento della Villa di Castello, ereditata dalla madre. Il progetto venne affidato a Niccolò Tribolo, responsabile dell’ impianto idraulico, che avrebbe alimentato le numerose fontane.

La straordinaria Grotta degli Animali o del Diluvio, fra le più celebri in Europa, che, ideata dal Tribolo stesso ed animata in origine da spettacolari giochi d’acqua, nella perfetta simulazione di una grotta naturale in cui sono assemblati gruppi scultorei di animali in marmo.

Si distingue la grande vasca-cisterna realizzata da Vasari e decorata dall’Appennino o Gennaio, scultura bronzea dell’Ammannati.

Il giardino vanta una eccezionale collezione di agrumi, costituita da circa cinquecento piante di importanza storico-botanica unica al mondo discendenti dalle antiche varietà medicee e hanno oltre trecento anni di vita. Le piante sono molto curate secondo le antiche tecniche di coltivazione, esposte all’aperto da aprile a ottobre e nel periodo invernale nelle due storiche limonaie. Anche il giardino delle erbe officinali è molto importante con la Stufa dei mugherini.

 La villa è un importante luogo di aggregazione culturale non soltanto per i cittadini, ma anche per i turisti. Abbiamo notato che dei 589.020.00 euro stanziati ancora non risultano pagamenti eseguiti, sebbene i lavori siano iniziati nel 2015.Quando dovevamo scegliere il progetto da intraprendere abbiamo scelto subito questo senza discussioni perchè secondo noi ci sembrava quello più opportuno da intraprendere dato che i Medici sono stati una delle famiglie più importanti della storia di Firenze. A noi questo progetto ci trasmette tanta emozione. Ci ha attratto perchè pensiamo che ci dia una lezione di vita che non scorderemo mai. Speriamo di avere un bel ricordo e di non avere troppe restrizioni per via del COVID.