Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

Primi passi verso l'innovazione

2 Novembre 2021, inizio del nostro percorso!

Il nostro monitoraggio civico è iniziato cercando di capire con precisione il significato di monitoraggio civico, open data e politiche di coesione. Dopo aver seguito tutti i video proposti nella lezione 1 sul sito di “a scuola di open coesione”, abbiamo ottenuto delle risposte, e abbiamo iniziato a discuterne in classe. Alla fine della discussione, il professore che ci accompagna in questo percorso, il professor Cardone Marco, ci ha suddivisi in 5 gruppi, ognuno dei quali doveva cercare innanzitutto un progetto sul sito “open coesione”, ed in seguito, preparare un Canvas di presentazione da mostrare alla classe. Sono stati proposti diversi progetti: dalla ristrutturazione di una scuola, alla ricerca e sviluppo delle strutture che supportano la connessione 5G. Il progetto vincente col maggior numero di voti è stato il progetto sul 5G: “Broadband interfaces and services for smart environments enabled by 5G technologies”, nella provincia Lombarda, Milano.

Scelto il progetto da portare avanti fino alla fine dell’anno, non ci è rimasto altro che iniziare a lavorare come un vero team! 

Sono stati selezionati i due project manager, e a loro volta tutti i gruppi (dai coder, ai designer…) che compongono il team.

A questo punto era arrivato il momento di capire che nome assegnare al nostro team, e come creare il nostro logo. Inizialmente era stato scelto il nome di “Fifth Generation”, un nome che doveva richiamare il cuore del progetto, il 5G. Tuttavia, col passare dei giorni, ci sembrava un nome banale e troppo semplice. Grazie all’aiuto di tutti i gruppi, i quali hanno dato un contributo durante il brain-storming per la scelta del nome team, siamo arrivati ad una conclusione: il nome sarebbe stato l’unione di due nomi. Inter-Nology. Inter-nology sta per interconnection technology, nome abbastanza intuitivo ma secondo il nostro punto di vista non banale. Il nome richiama l’interconnessione di diverse tecnologie e ambiti (dalla medicina all’intelligenza artificiale) che le infrastrutture 5G porteranno.

Ma cosa cambierà con l’avvento del 5G, nella vita dell’uomo? 

Grazie a queste infrastrutture, tutti i cittadini trarranno un vantaggio, chi più, chi meno. Innanzitutto quasi tutti gli ambienti diventeranno smart, cioè intelligenti e in grado di supportare l’uomo nelle sue attività e decisioni quotidiane. Ma non solo! Questa tecnologia supporterà la realtà virtuale, una realtà digitale parallela in cui l’uomo si immerge attraverso l’uso di dispositivi elettronici, e il potenziamento di dispostivi medici.

Da qui è nato il nostro logo, due facce simmetriche che si guardano con la testa collegata agli ambienti intelligenti. 

Giunti all’ultima settimana di Novembre, abbiamo seguito un incontro, tenuto da asoc, nel quale ci hanno aiutato a selezionare in maniera accurata il progetto, e come iniziare a svilupparlo. Nel frattempo i Social Media Manager, assieme al blogger, hanno iniziato a creare i canali social per poter comunicare tutte le curiosità e informazioni inerenti al nostro progetto. In particolare sono state create le pagine di Youtube, Twitter, Facebook e Instagram. I coder, assieme ai designer hanno iniziato a sviluppare un sito web attraverso l’uso dei CMS, e gli analisti si sono messi sulle tracce dei dati da analizzare in seguito. I project manager hanno supportato per qualche lezione il gruppo degli analisti, che si trovavano in difficoltà nella ricerca dei dati inerenti al nostro progetto. Hanno iniziato cercando nei siti delle varie aziende che fanno parte di questo progetto, e sono riusciti a trovare contatti ed informazioni di tutte le aziende e del politecnico di Milano. Le aziende, come immaginavamo, sono legate al mondo della realtà virtuale (AnotherReality), al mondo della tecnologia (Vodafone), al mondo della medicina (L.I.F.E s.r.l.)… Questi dati verranno analizzati nella seconda parte del progetto. Tutti i nostri compiti, assegnati dai project manager, vengono inserite all’interno delle cartelle Google drive, suddivise per ogni lezione (dalla 1 alla 4).

Un aspetto che ci ha colpito durante la ricerca dei dati, è stato l'interesse da parte di Vodafone verso le reti  5G, per il raggiungimento del 0% di emissioni di CO2. Ma non solo! Vodafone sostiene inoltre che le infrastrutture digitali, intese come centro elaborazione dati (CED o data center), in cui sono allocati e protetti tutti i dispositivi elettronici, sono la chiave per consentire la trasformazione del sistema economico. Un ruolo fondamentale l'ha giocato la pandemia, portando ad uno stress esponenziali per le reti e tutti gli strumenti di elaborazione. Questo ci fa comprendere quanto il mondo digitale sia ormai fondamentale per le nostri vite... E proprio in questi anni di pandemia, l'azienda "AnotherReality" ha investito tutti capitali guadagnati nella ricerca e sviluppo del nuovo progetto della società Facebook, ora sotto il nome Meta, volta alla creazione di uno spazio virtuale chiamato Multiverso. Infine siamo venuti a conoscenza del bando di selezione per il conferimento di assegni di ricerca, con scadenza il 22 Dicembre 2021, intrapresa dal Politecnico di Milano, in particolare dal dipartimento di Architettura e studi urbani, sotto la gestione del docente Enrico Eftimiadi. Alla fine delle candidature siamo pronti a reperire nuovi dati attraverso interviste e visite sul campo!

L’unico elemento mancate per il completamento della Lezione 1 era il video. Per realizzare il video abbiamo avuto serie difficoltà a causa di alcuni problemi di salute riscontrati in qualche gruppo, obbligandoci a rivedere la composizione dei gruppi. Abbiamo avuto dei problemi con i tempi, ma siamo sicuri che ci rifaremo nelle prossime lezioni!!!