Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Pitch

Titolo del Pitch: 
Sulle tracce dei finanziamenti per rivalutare la nostra storia
Pitch 1: 

Il progetto" Lavori di recupero statico funzionale e architettonico del Palazzo Ducale" consiste nel restauro di un antico palazzo ducale: la scelta è nata dal desiderio di conoscere e valorizzare il nostro amato territorio. Il nostro monitoraggio è stata un'occasione per riflettere su quanto il progetto abbia riqualificato il centro storico del Paese, infatti, grazie alle attività che si svolgono all'interno dell'edificio, sempre più giovani lo frequentano. Per realizzare il progetto sono stati investiti €3531861,88, con un contributo dell'Unione europea del 75%, del Fondo di Rotazione del 14% e della Regione per il restante 11%. Si spera che il Palazzo continui ad essere un polo frequentato da giovani e sede di attività culturali e di ricerca.

Pitch 2: 

Il monitoraggio da noi condotto è stato significativo ed interessante al fine della conoscenza di una realtà locale, funzionale e poliedrica. Dall'incontro/intervista  con il sindaco di Parete e il  Rup del progetto è emerso come l'imponente palazzo, riqualificato, sia diventato polo della vita sociale e culturale della comunità locale. I racconti dello storico del palazzo e gli articoli trovati in rete ci hanno, invece,  catapultato indietro nel tempo quando il Palazzo era abitato dai principi Caracciolo e frequentato dal "munaciello". I referenti delle associazioni culturali e i gestori del ristorante che operano nelle antiche stanze ci hanno fatto capire come l'edificio sia diventato spazio artistico ed economico della comunità.

Pitch 3: 

Pitch 3 

Il progetto da noi monitorato, concluso nel 2018,  ha trasformato il Palazzo Ducale in una risorsa culturale ed economica per il Paese. Nonostante i vantaggi riscontrati dopo la riqualificazione, si auspica: una maggiore collaborazione in eventi che coinvolgano le scuole locali e dei territori circostanti; la realizzazione di percorsi didattici, convegni e mostre che facciano conoscere l’edificio maggiormente anche a livello regionale; l’inserimento del Palazzo nelle giornate FAI. In  ultimo ci auguriamo che al più presto vengano eliminate tutte le barriere architettoniche che limitano notevolmente la visita al palazzo alle persone con disabilità.  

Immagine ASOC Wall: