Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

LET'S GO!

Siamo pronti a partire per una nuova avventura, sicuri di fare un'esperienza interessante!

Ci siamo accostati all’iniziativa ASOC e abbiamo deciso di incamminarci in questo percorso di cittadinanza attiva, in quanto incuriositi dall’esperienza fatta da altri ragazzi.

Grazie alle lezioni dei docenti che ci seguono in questo percorso e all’ascolto delle video-pillole, presenti sul sito “A scuola di OpenCoesione”, abbiamo avuto modo di conoscere il percorso di ASOC e di scoprire “le regole del gioco”. Ben presto ci siamo resi conto dell’importanza delle politiche di coesione, finalizzate a ridurre il divario tra le diverse regioni e il ritardo delle regioni meno favorite.

Prima di scendere nei dettagli della ricerca, vogliamo presentarci: siamo gli alunni della 3°G dell’ITE “L.Amabile” di Avellino, un gruppo di 14 ragazzi molto attenti al proprio territorio e ben disposti alla pratica di una cittadinanza attiva e responsabile. Il nome che abbiamo scelto per il nostro team è: “I DOGANIERI”, con esplicito riferimento all’oggetto del progetto “l’antica dogana” e al ruolo di controllo serrato che il team si propone di svolgere nei confronti di un’opera pubblica bloccata da tempo. Nel logo realizzato dal designer, raffigurante un fuoco e due leoni racchiusi da un cerchio, abbiamo voluto concentrare la finalità e l’essenza stessa del progetto: ridare nuova vita e dignità e all’antico splendore del palazzo feudale, in un’ottica di rinascita,sviluppo e inclusione sociale. Nello specifico: il fuoco, in qualità di elemento trasformatore e rigeneratore, simboleggia la rinascita dello storico edificio; i leoni ricordano il suo antico splendore; il cerchio, come simbolo di incontro e di unità, raffigura l'integrazione e l'inclusione sociale che il progetto mira a realizzare.

Procediamo ora con la descrizione di quanto fatto in classe, spiegando la motivazione della nostra scelta e descrivendo gli obiettivi prefissati.

Dopo aver compreso cos'è OpenCoesione e quali informazioni sui finanziamenti pubblici contiene, ci siamo tuffati nell'esplorazione del portale, alla ricerca della lista dei progetti del nostro territorio, meravigliandoci del loro elevato numero.

Durante l’esercitazione, il team si è diviso in due gruppi di lavoro, che hanno fatto un’autonoma “Data Expedition” navigando sul sito OpenCoesione.

Ciascun gruppo, ha scelto un progetto finanziato dalle politiche di sviluppo sul proprio territorio e, dopo aver compilato un canvas del percorso di monitoraggio civico che intendeva percorrere, ha presentato il progetto scelto al resto della classe.

Dopo alcuni momenti di confronto e discussione sui due progetti individuati, il team di comune accordo ha scelto di eseguire la ricerca di monitoraggio civico del progetto di riqualificazione della dogana di Avellino, in quanto ritenuto più utile e interessante. Rappresenta infatti un’opportunità di rilancio per la città, caratterizzata da una nuova idea di aggregazione e convivialità, funzionale alle esigenze di formazione culturale di giovani e professionisti, nonché di valorizzazione dell’intero tessuto sociale.

Non si può negare, infatti, che sia davvero un’idea vincente, il recupero e riuso funzionale dell’antico palazzo storico, per destinarlo a centro servizi per i giovani (info point, front desk, eventi, convegni, dibattiti culturali, video-proiezioni, corsi e attività varie, ma anche momenti di aggregazione e socialità). Finalmente la voce dei giovani è stata ascoltata e le loro esigenze potrebbero prendere forma!!! Si prevede infatti che le persone che usufruiranno degli spazi aggregativi siano 477,64, di età dai 15 in su.

Il nostro obiettivo è sollecitare la realizzazione dell’opera, visto che al momento non è stata ancora avviata, sensibilizzando l’opinione pubblica e le istituzioni interessate, in un’ottica di cittadinanza attiva e responsabile.

Alla fine dell’esercitazione, in base alle attitudini e interessi di ciascuno di noi, ci siamo divisi i ruoli in questo modo:

I RUOLI

I NOMINATIVI

PROJECT MANAGER

Giulia Rinaldi, Ida Maccanico

STORYTELLER

Elisa Napolitano, Immacolata Sole, Maria De Stefano

DESIGNER

Marco De Santis, Martino Pascale

SOCIAL MEDIA MANAGER

Fabio Carbone, Gaetano Iacovacci

ANALISTA

Alessandro Sorrentino

BLOGGER

Maria Limone

CODER

Matteo Carbone, Sabatino Pio De Guglielmo

SCOUT

Christian Conte

 

Successivamente, continuando il nostro viaggio, abbiamo imparato a navigare OpenCoesione, e siamo riusciti a ricostruire la storia amministrativa del progetto scelto, a partire dalla scheda progetto. In questa fase abbiamo potuto sperimentare il valore e l’importanza degli Open Data nell’esercizio di una cittadinanza attiva.

I dati raccolti e le informazioni di contesto trovate sono le seguenti:

PROGETTO ANTICA DOGANA: CENTRO SERVIZI PER I GIOVANI

SINTESI DEL PROGETTO

Il progetto prevede il recupero e il riuso funzionale dell’antica dogana per destinarla a centro servizi per i giovani (Info Point, Front desk, Eventi, Convegni, dibattiti culturali, video-proiezioni, corsi e attività varie, ma anche momenti di aggregazione e socialità, studio, spazi di coworking, con postazioni operative dotate di PC e connessioni WIFI).

INDICATORI DI REALIZZAZIONE

E’ previsto che le persone che usufruiranno degli spazi aggregativi siano 477,64, di età dai 15 in su.

COSTO PUBBLICO: euro 3.500.000,00

  • Unione Europea: euro 2.625.000 = 75%
  • Fondo di Rotazione: euro 612.500 = 18%
  • Regione: euro 262.500 = 8%

PAGAMENTI EFFETTUATI: 0

STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO: non avviato

  • Inizio previsto: 01/02/2020
  • Inizio effettivo: non disponibile
  • Fine prevista: 30/11/2021
  • Fine effettiva: non disponibile

NATURA: infrastrutture

TEMA: inclusione sociale

TERRITORIO: Avellino

SOGGETTI:

  • Programmatore= Comune di Avellino
  • Beneficiario=Comune di Avellino

AMBITO DI PROGRAMMAZIONE

  • Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR)                                                 

 Fondi strutturali relativi alla programmazione 2014-2020

  • Programma: POR FESR Campania

ASSE: sviluppo urbano sostenibile

OBIETTIVO SPECIFICO:

  • Aumento della legalità nelle aree ad alta esclusione sociale e miglioramento del tessuto urbano nelle aree a basso tasso di legalità.

Come si può ben rilevare dai dati raccolti, si tratta di un progetto importante a cui è stata destinata una considerevole somma di denaro. Purtroppo, però, non è stato ancora avviato, anche se merita di essere realizzato al più presto, in quanto promuove l’inclusione sociale e lo sviluppo del territorio.