Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Raccontare la ricerca

ScaviAMO nella Cultura - raccontiamo la Ricerca

ScaviAMO nella cultura

 

ONE STEP: THE CHOICE

Noi, ragazzi della 3 I dell'indirizzo turismo dell'istituto Mattarella-Dolci di Castellammare del Golfo, abbiamo intrapreso il progetto ASOC come percorso di PCTO con lo scopo di monitorare i fondi erogati dall'UE per la realizzazione dell'anfiteatro nelle ex cave di Travertino di Alcamo. Nel nostro primo incontro, insieme ai nostri tutors referti, la professoressa Orso Rosaria e il professore Gallo Giuseppe abbiamo navigato all’interno del sito www.ascuoladiopencoesione.it per comprendere a pieno di cosa trattasse questo progetto e le politiche di coesione attuate dall’UE. Durante questa fase di orientamento noi ragazzi, per comprendere al meglio le modalità e condurre la ricerca, abbiamo usufruito delle videopillole esplicative che ASOC mette a disposizione.

Il progetto che abbiamo deciso di monitorare parla della riqualificazione del territorio mediante la realizzazione dell’anfiteatro zona Orto di Ballo all'interno della Cittadella dei Giovani. L'amministrazione Comunale di Alcamo, attraverso il recupero ambientale operato, ha voluto riportare alla luce uno spazio da decenni abbandonato costruendo un edificio utilizzato dai giovani per finalità culturali.

 

TWO STEP: THE NAME

Il titolo del progetto è “ScaviAMO nella cultura”; lo abbiamo scelto perché noi giovani siamo protagonisti attivi per portare avanti la cultura che noi AMIAMO e anche perché, scavando all'interno di ognuno di noi, il nostro pensiero è stato, ed è tuttora, quello di portare avanti un progetto che possa anche in minimo migliorare e sensibilizzare la società verso quella che è una cultura giovane ricca d'interesse.
 

OUR TEAM

Abbiamo deciso di chiamare il nostro team “Lapis culturea” che testualmente significa “Pietra della cultura”, perché ci siamo ispirati al marmo di Travertino che rappresenta la “pietra” (nel senso di “roccia” come pilastro portante), mentre la cultura viene rappresentata dal anfiteatro, luogo all'interno del quale vengono svolti incontri, conferenze e diverse attività finalizzati a sviluppare nei giovani un interesse verso il proprio arricchimento culturale.

 

THREE STEP: ROLES

Il legame che ci unisce come gruppo classe ha favorito lo svolgimento di tutte le attività richieste in modo tranquillo e sereno. Ci siamo divisi in vari gruppi per svolgere al meglio il lavoro. I ruoli sono stati suddivisi in base alle capacità di ognuno di noi, aiutandoci costantemente a vicenda e condividendo le nostre competenze e opinioni a favore di ogni singola attività.
 

  • PROJECT MANAGER: Calderaro Flavia – Billante Gabriele
  • SOCIAL MEDIA MANAGER E CODER : Bruccoleri Antonina – Amato Francesca – Gucciardo Francesca
  • DESIGNER: Badalamenti Marco – Nicolosi Claudia
  • STORYTELLER: Giglio Marianna – Sorrentino Nadia – Terranova Manuel
  • ANALISTA E CODER : Grazia Irene – Salvo Stefania
  • BLOGGER : Galante Giulia – Bosco Gabriele
  • ANALISTA E HEAD OF RESEARCH :Artista Esmeralda – Dattolo Monica – D'asaro Kevin

 

FOUR STEP: LOGO

In base al nome scelto i DESIGNER, hanno realizzato un logo molto significativo che riprende in maniera armoniosa quello che è il materiale di composizione, ovvero il “marmo travertino”, al fine di far emergere il suo ruolo importante ed essenziale per la realizzazione di questa struttura che ha avuto un riscontro paesaggistico mozzafiato nell’ambito della città di Alcamo e dintorni. Nel logo sono anche raffigurati i luoghi che hanno catturato la nostra attenzione: la “Cittadella dei Giovani” di Alcamo e l'anfiteatro “Orto di Ballo” realizzato con il marmo delle ex-cave. Oltre a tutto ciò, il logo presenta anche la speranza delle nuove generazioni verso un futuro migliore, mediante l'uso delle diverse tonalità del verde.
 

FIVE STEP: SOCIAL MEDIA

Dopo aver acquisito quanto realizzato finora da tutto il team, i SOCIAL MEDIA MANAGER, hanno dato inizio all 'attivazione dei profili Twitter, Facebook e Instagram che hanno rappresentato il lancio della condivisione del nostro progetto con tutta la comunità scolastica e non, che si ricollega con il nostro obiettivo di divulgare tutti i dati e le informazioni che riusciremo a raccogliere.
 

SIX STEP: INFORMATION

I CODER e gli ANALISTI hanno navigato su internet alla ricerca dei dati disponibili. La parte più complessa del progetto è, senza dubbio, la ricognizione dei dati e la verifica della filiera delle gare e dell’esecuzioni delle opere. La nostra ricerca di dati e informazioni si è incentrata innanzitutto sulla consultazione di siti istituzionali dove poter accedere a documenti, notizie, link. In particolare, abbiamo navigato nel sito del Comune di Alcamo, in quanto soggetto attuatore del progetto. Lo scopo è stato quello di poter acquisire alcuni dati fondamentali per confrontarli successivamente con quelli già reperiti nel sito di “OpenCoesione”. I primi dati sono stati reperiti, durante i lavori in classe (svolto in gruppi di ricerca), attraverso la consultazione di Opencoesione, dal quale portale sono state estrapolate le informazioni di base: titolo dell’opera, territorio di riferimento, tema, importo e andamento della spesa. Molti ragazzi provengono dalle zone interessate dal progetto ed è anche una sorta di devozione verso quei territori provare a monitorare un intervento e, contemporaneamente, trovare i mezzi e gli strumenti per promuoverne i contenuti. Il team ha deciso, pertanto, di reperire dati e informazioni direttamente “in presenza” e cioè recandosi direttamente presso le istituzioni a chiedere informazioni e cifre. Saranno oggetto di interviste, esponenti della cultura e gli enti che siano a conoscenza delle informazioni riguardanti il nostro progetto. Il più importante dato reperito è quello denominato “ Stato dell'arte dei lavori presso il geosito, ex cave di Travertino, zona Orto di Ballo” in cui l'assessore ai servizi manutentori insieme all' ingegnere dichiara che: -” l'area rappresenta uno dei luoghi più rappresentativi della città perché coniuga l'aspetto storico naturalistico con quello culturale. Cercando tra le varie informazioni hanno scoperto tramite il giornale di Sicilia che l'Unione Europea ha investito un capitale di 5 milioni di euro per la realizzazione di un anfiteatro a servizio della cittadella dei giovani, con annesso museo della pietra” (fonte www.geositidisicilia.it).

 

SEVEN AND LAST STEP: BLOGPOST

Dopo la raccolta di tutti i dati, i BLOGGER e gli STORYTELLER hanno collaborato per la realizzazione di questo post, tutte le fasi sono state coordinate dai PROJECT MANAGER i quali non solo hanno aiutato i loro compagni nel programmare il piano di lavoro, ma hanno anche coordinato tutti i lavori svolti fino ad ora.