Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Pitch

Titolo del Pitch: 
Tutelare l'area museale Vaste-Poggiardo: ecco tre buoni motivi
Pitch 1: 

La tutela dell’area Museale di Vaste-Poggiardo, riqualificata e valorizzata  grazie ad un progetto finanziato dalla Regione Puglia, nell’ambito del FESR 2007-2013, deve costituire un obiettivo prioritario della presente e future amministrazioni per tre buoni motivi:

  • un impiego intelligente e sinergico delle risorse disponibili può contribuire in maniera significativa alla crescita del territorio
  • la rivalutazione sistemica di un territorio comporta sia la rivalutazione del patrimonio culturale e sia lo sviluppo dell’attrattività turistica
  • valorizzare il patrimonio della propria terra significa prendere consapevolezza della propria identità storico-culturale.
Pitch 2: 

Il Progetto è il frutto di una fattiva collaborazione tra il soggetto programmatore (REGIONE PUGLIA) e il soggetto attuatore (COMUNE DI POGGIARDO), che risulta essere al contempo il beneficiario. Il coinvolgimento dell'Università del Salento ha contributo ad impreziosire l' opera. Con l’intento di percepire l’impatto che il progetto ha avuto sul territorio, abbiamo realizzato un’intervista rivolta ai gestori delle attività ricettive. La ricerca ha avuto lo scopo di verificare se la realizzazione del sito abbia o meno influito sull’economia del paese. La maggior parte degli intervistati ha ribadito che la riqualificazione dell’area ha garantito una maggiore presenza di turisti, sia italiani e sia stranieri, consentendo alle strutture ricettive di trarre significativi vantaggi economici.

Pitch 3: 

Il lungo periodo del lockdown ha portato a delle conseguenze devastanti: l’area che fino ad un anno fa era ben curata e pullulante di vita, ora è coperta di erbacce. Un museo vive se è aperto al visitatore: se tale situazione dovesse continuare potrebbero andare perduti molti dei risultati raggiunti. Sarebbe auspicabile che le varie amministrazioni continuassero a monitorare lo stato di salute del sito con interventi repentini ed efficaci, in grado di migliorarne la fruizione e al contempo di inserirlo in maniera sempre più incisiva nel "sistema economico territoriale". Si spera nei decisori politici, nelle loro azioni e soprattutto nel buon senso dell’intera comunità di Poggiardo, che ha il DOVERE di proteggere il tesoro che è in suo possesso.

Immagine ASOC Wall: