Lingue

User info

Contatti

Open Data, Monitoraggio Civico,

Politiche di Coesione nelle scuole italiane

Articolo di Data Journalism

Il valore dell'energia a Licata

Il nostro team ha deciso di occuparsi del progetto “Smart grid cabina primaria Licata” per la rilevanza assunta dal tema Energia e Ambiente nel nostro paese.

Abbiamo scelto di analizzare questo progetto per comprendere e verificare l’impatto che ha quest’ultimo verso il nostro territorio.

Il PON ha previsto il finanziamento di questi interventi per le cinque regioni cosiddette “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia), in quanto le stesse, pur essendo importanti produttrici di energia da FER (fonti energetiche rinnovabili), risultano sprovviste a oggi di infrastrutture adeguate che massimizzino l’efficacia del sistema di distribuzione. Di conseguenza tali regioni sono considerate aree critiche di saturazione della rete. In questo modo, attraverso i progetti selezionati, prosegue l’incremento della quota di energia generata da fonti rinnovabili che viene immessa nella rete elettrica siciliana per il consumo.La Sicilia è stata l’unica regione, tra le 5 “meno sviluppate”, ad aderire tempestivamente alla proposta del MISE, Autorità di Gestione del PON “Imprese e Competitività”, di avvalersi dell’istruttoria dei progetti per la realizzazione delle Smart Grids, che è stata effettuata dagli esperti dello stesso Ministero. E’ stato così attivato il Protocollo d’intesa affinché la Sicilia potesse usufruire delle graduatorie dei bandi rete di trasmissione e distribuzione.

Smart grid è un insieme di reti elettriche e tecnologie che permettono di gestire e monitorare la distribuzione di energia elettrica. Il concetto di smart grid nasce e si sviluppa nel 2006 nella European Technology Platform for the Electricity Networks of the Future, cioè la piattaforma tecnologica Europea. La strategia UE è fondata su cinque presupposti: sicurezza, solidarietà e fiducia; piena integrazione del mercato interno dell’energia; efficienza energetica; azione per il clima e decarbonizzazione dell’economia; ricerca, innovazione e competitività. Il nostro obiettivo è quello di verificare se questo progetto risponde ad una politica energetica più ampia, con lo scopo di ampliare l’orizzonte prima in territorio regionale e poi in tutt’Italia.

Il punto di partenza della nostra ricerca è stato il sito di www.opencoesione.gov.it, dal quale abbiamo estrapolato tutti i documenti necessari per compiere indagini più approfondite. Il nostro team ha focalizzato l’attenzione su come raccogliere i dati del progetto,sulla base delle pillole descrittive dei vari step della lezione due.

Le ricerche effettuate su Internet,ci hanno permesso di trovare delle fonti istituzionali,articoli di giornale ed altre informazioni utili al nostro progetto.

Dal sito di opencoesione abbiamo trovato diverse informazioni tra cui:

  •  il costo pubblico : che in totale ammonta a 2.992.975,91€
  •  pagamenti effettuati: 2.693.678,32€
  •  i fondi stanziati dall’Unione Europea sono: 2.244.732€
  •  soldi stanziati da altri fonti pubbliche sono: 748.244€

Lo stato di avanzamento del progetto risultata ancora in corso, l’inizio era previsto il 01/10/2018, l’inizio effettivo e stato avviato il 23/03/2019

La fine prevista : 31/05/2020, mentre la fine effettiva non risulta ancora disponibile.

Il progetto da noi analizzato è stato commissionato dal FESR (fondo Europeo di sviluppo Regionale). Il FESR è il principale strumento di attuazione della politica di coesione economica e sociale che, dal 1975, ha lo scopo di promuovere lo sviluppo armonioso e la coesione economica e sociale delle diverse Regioni, attraverso la correzione dei principali

squilibri e l’adeguamento strutturale delle Regioni meno sviluppate. Sulla base dei dati raccolti e analizzati, l’obiettivo successivo della nostra ricerca è quello di comprendere nel dettaglio in che modo siano stati attuati i progetti nel comune di Licata, a partire dal progetto da noi monitorato, quale impatto abbia avuto in termini di miglioramento dei servizi per la collettività, risparmio energetico e tutela dell’ambiente. Parallelamente, il nostro obiettivo sarà quello di ricercare dati sull’impatto delle energie rinnovabili nel territorio licatese e in generale in Sicilia.

Occorre conoscere lo stato del progetto. Il progetto delle Smart Grid è stato effettivamente ultimato? E’ funzionante? Permette di aumentare il risparmio energetico implementando lo sviluppo sostenibile? Com’è stato realizzato l’impianto? L’impianto rientra nelle agevolazioni energetiche previste? Questi quesiti potranno trovare risposta attraverso un’ulteriore approfondimento della documentazione trovata sul progetto in esame. Questi saranno i prossimi passi che occorrerà affrontare per costruire una ricerca documentata.